Pentàgora (60)
  • Parole di terra in rima baciata

    Il libro di un contadino che ha rinunciato al superfluo provando ad accordarsi con l’orologio della natura, orientato alla terra con la bussola del buonsenso verso l’autosufficienza, distante dal consumismo, dalla competizione, dalle luci artificiali, dalle ossessioni cosmetiche e, per quanto può, dal denaro.

    Nella loro semplicità, i versi in rima baciata di Felice sono viatico per una buona vita.


    Non ho tempo per la fretta di: Felice (Rosario Colaci)  12,00 Parole di terra in rima baciata Il libro di un contadino che ha rinunciato al superfluo provando ad accordarsi con l’orologio della natura, orientato alla terra con la bussola del buonsenso verso l’autosufficienza, distante dal consumismo, dalla competizione, dalle luci artificiali, dalle ossessioni cosmetiche e, per quanto può, dal denaro. Nella loro semplicità, i versi […]
  • Istantanee dal centro del mondo

    Buone notizie dal centro del mondo: dal Sahel, dal Maghreb, dai margini della Cina, dal Sudamerica, dal Kurdistan, dalla Palestina, dalla Bosnia, dagli slum che orlano quella periferia in gran parte residenziale che chiamiamo Occidente, e da cento altri luoghi. Buone notizie per ricordarci che la vita vive e che nelle smagliature del benessere appesantito e prigioniero dei muri nei quali si è rinchiuso respira la speranza. 18 brevi racconti


    Cos’è il confine? È una convenzione, una linea immaginaria. È una sovrastruttura che delimita e rassicura al tempo stesso, che contribuisce a costruire la nostra identità e contemporaneamente ci costringe ad assumere la diversità dell’altro, di colui che sta oltre questa linea. Ci sono confini reali, quelli degli stati, e confini astratti, disegnati dalla paura o dal pregiudizio. Queste storie sono brevi sguardi al di là di tanti confini.


    Oltre il Confine di: Delrio, Maena, Sordini, Mara,  12,00 Istantanee dal centro del mondo Buone notizie dal centro del mondo: dal Sahel, dal Maghreb, dai margini della Cina, dal Sudamerica, dal Kurdistan, dalla Palestina, dalla Bosnia, dagli slum che orlano quella periferia in gran parte residenziale che chiamiamo Occidente, e da cento altri luoghi. Buone notizie per ricordarci che la vita vive e che […]
  • Dal saccheggio della terra al ritorno della comunità

    Pierre Rabhi, avendolo vissuto per esperienza diretta, ci chiama qui a un atto di riconciliazione urgente, sia reale sia simbolica, tanto essenziale nella sostanza pratica quanto profondamente religiosa. La riconciliazione con la nostra madre terra è persino più urgente della riconciliazione tra gli uomini, poiché la nostra vita dipende dalla nostra terra. Nessuna vita sopravvive su di una terra morta. Rabhi ci presenta sotto forma di racconto la triste storia dell’arroganza umana che, volendo dominare la vita, la distrugge; volendo dominare le specie, le annienta; volendo dominare la terra, la mutila, la tortura, la dissacra.


    Parole di terra di: Rabhi, Pierre  12,00 Dal saccheggio della terra al ritorno della comunità Pierre Rabhi, avendolo vissuto per esperienza diretta, ci chiama qui a un atto di riconciliazione urgente, sia reale sia simbolica, tanto essenziale nella sostanza pratica quanto profondamente religiosa. La riconciliazione con la nostra madre terra è persino più urgente della riconciliazione tra gli uomini, poiché la nostra […]
  • Dalla terra alla bellezza, per tornare al simbolo

    C’è un modo simbolico – dunque unificante, integro, realista – di intendere il mondo e la vita, un modo che dà forma alle ricerche e agli studi qui proposti, dedicati ai linguaggi del mondo rurale, allo spartiacque della modernità, al significato profondo di alcune parole centrali (cultura, simbolo, sacro), alla bellezza che illumina la verità delle cose, più in generale a quell’intima unità che fa venire meno le classiche e logore separazioni che, nel tempo, hanno prodotto la precedenza e oggi il sopravvento dell’astrazione sulla concretezza, della fantasia sull’immaginazione.


    Participio futuro di: Angelini, Massimo  12,00 Dalla terra alla bellezza, per tornare al simbolo Dentro la bellezza che testimonia la verità delle cose e la bontà delle strade intraprese, orientati al ringraziamento e al bene comune e alla ricomposizione simbolica della realtà, quando siamo  allineati alle sensibilità e alle certezze vagliate nel tempo delle generazioni, uniti con i padri dei nostri […]
  • Costruire, mantenere, recuperare i muri in pietra a secco

    Guida pratica, divulgativa e illustrata alla costruzione, alla manutenzione e al recupero dei muri in pietra a secco, perché chi vive sulle colline, le montagne e le coste scoscese del nostro Paese possa continuare o tornare a prendersi cura dei propri terrazzamenti.

    Materiali e attrezzi, l’organizzazione del cantiere, i criteri statici di base, la scelta delle pietre, le parti del muro, tecniche e fasi di costruzione, le rampe e le scale. Come mantenere in buona salute un muro in pietra a secco. Come costruire un muro in pietra a secco. Aspetti normativi.


    Pietra su pietra di: Murtas, Donatella  12,00 Costruire, mantenere, recuperare i muri in pietra a secco Guida pratica, divulgativa e illustrata alla costruzione, alla manutenzione e al recupero dei muretti in pietra a secco, perché chi vive sulle colline, le montagne e le coste scoscese del nostro Paese possa continuare o tornare a prendersi cura dei propri terrazzamenti. Indice: Materiali e attrezzi, […]
  • Un intrigo di faccendieri e orti di periferia

    Estate in una cittadina industriale. Alcuni pensionati si ritrovano per coltivare l’orto in riva al fiume, lontano dalla città, ma l’assessore all’urbanistica ha progetti diversi, e le cose sepolte nel passato spesso tornano a galla, obbligando le persone a cambiare i loro programmi. La colonia di vecchietti saprà resistere alle novità? Riusciranno a passare l’estate fra le loro baracche, nei loro piccoli orti, con le loro quotidiane complicazioni? Gli orti di periferia sono luoghi di resistenza umana: sopportano la città, la violenza del potere, gli anni che passano, forti della pazienza dei vinti.https://www.delfinoenrileeditori.com/wp-admin/post.php?post=1676&action=edit


    Rosso Cadmio 524 di: Marenco, Alessandro  12,00 Un intrigo di faccendieri e orti di periferia Estate in una cittadina industriale. Alcuni pensionati si ritrovano per a coltivare l’orto in riva al fiume, lontano dalla città. L’assessore all’urbanistica ha dei progetti diversi. Ma le cose sepolte nel passato tornano spesso a galla, obbligando le persone a cambiare i loro programmi. La colonia di […]
  • Alimenti per la cura della persona, della casa, dell’orto

    Ricette di Linda BUSATO,
    illustrazioni di Shanti RANCHETTI,
    postfazione di Luca CONTE

    Sessantacinque schede illustrate dedicate ad altrettanti alimenti comuni sulla nostra tavola, per raccontarne i valori nutritivi, le proprietà curative e cosmetiche, l’uso tradizionale fra i rimedi popolari, gli impieghi in cucina, in casa, nell’orto, e numerose altre qualità meno note, eppure utili e importanti da conoscere e provare.


    Salute! di: Trevisan, Michela  15,00 Alimenti per la cura della persona, della casa, dell’orto Ricette di Linda BUSATO, illustrazioni di Shanti RANCHETTI, postfazione di Luca CONTE Sessantacinque schede illustrate dedicate ad altrettanti alimenti comuni sulla nostra tavola, per raccontarne i valori nutritivi, le proprietà curative e cosmetiche, l’uso tradizionale fra i rimedi popolari, gli impieghi in cucina, in casa, nell’orto, […]
  • Balsami, decotti, pomate, sciroppi tratti da un ricettario di metà ‘800

    227 ricette e consigli riguardanti la salute e la bellezza, ereditate dalla secolare tradizione dei Secreti fiorita a partire dal Rinascimento, e selezionate da un anonimo compilatore intorno alla metà del XIX secolo.

    Generate dall’osservazione e dall’esperienza, tramandate dalla consuetudine, sono ricette e consigli che meritano di essere lette con gusto, ma anche con cautela e, sempre, con tanto buon senso.


    Segreti di salute e bellezza di: Sacchetti, Linda E.  12,00 Balsami, decotti, pomate, sciroppi tratti da un ricettario di metà ‘800 227 ricette e consigli riguardanti la salute e la bellezza, ereditate dalla secolare tradizione dei Secreti fiorita a partire dal Rinascimento, e selezionate da un anomimo compilatore intorno alla  metà del XIX secolo. Generate dall’osservazione e dall’esperienza, tramandate dalla consuetudine, sono ricette e consigli […]
  • Racconti popolari kurdi

    Una raccolta di racconti popolari trasmessi per generazioni, da bocca a orecchio, nelle terre dell’Anatolia prevalentemente abitate dai Kurdi: questo è tutto ciò che resta dall’immane mole di materiale etnografico raccolta da Necat çetin negli anni 1990, villaggio dopo villaggio, andata irrimediabilmente perduta.


    Siediti e ascolta di: Cetin, Necat  12,00 Racconti popolari kurdi Una raccolta di racconti popolari trasmessi per generazioni, da bocca a orecchio, nelle terre dell’Anatolia prevalentemente abitate dai Kurdi: questo è tutto ciò che resta dall’immane mole di materiale etnografico raccolta da Necat Çetin negli anni 1990, villaggio dopo villaggio, andata irrimediabilmente perduta. Testo a fronte in Kurmanji. Illustrazioni di Daniela Annetta, […]
  • Mangiare patate senza mal di pancia

    Sapete che nelle patate è presente una sostanza tossica, la solanina, già conosciuta dalle popolazioni precolombiane? Mangiare patate fa bene oppure no, e quali sono i metodi di cottura più appropriati?
    Sapere come funziona e si comporta la solanina permette di imparare a cucinare in modo corretto, senza rischi di ‘mal di pancia’, un così importante alimento della nostra dieta, com’è la patata.


    Solanina di: Sacchetti, Linda E.  10,00 Mangiare patate senza mal di pancia La solanina, varietà e terreni, i risultati della ricerca, patate senza mal di pancia Appendici: alla ricerca della solanina, confronto nutriziale tra diverse varietà, il chuno
  • Qual è il futuro della nostra capacità di generare? Cosa succederà a quelle funzioni fisiologiche che tralasciamo di impiegare? Poiché sta cambiando il modo di fare nascere i bambini, dobbiamo, di conseguenza, attenderci un qualche mutamento della nostra specie? Le acquisizioni della scienza in rapido sviluppo sapranno donarci una nuova consapevolezza?

    Con competenza e attenzione interdisciplinare, Michel Odent, chirurgo e ostetrico di fama mondiale, prova a mettere a fuoco queste domande, partendo in modo provocatorio da un semplice dubbio: abbiamo ancora bisogno delle levatrici?
    E ancora: per quanto tempo potremo continuare a eludere le leggi che guidano la selezione naturale? Saremo capaci di riconoscere le giuste risposte prima di imboccare la strada senza ritorno verso l’estinzione?


    Sopravviveremo alla medicina di: Odent, Michel  12,00 Qual è il futuro della nostra capacità di generare? Cosa succederà a quelle funzioni fisiologiche che tralasciamo di impiegare? Poiché sta cambiando il modo di fare nascere i bambini, dobbiamo, di conseguenza, attenderci un qualche mutamento della nostra specie? Le acquisizioni della scienza in rapido sviluppo sapranno donarci una nuova consapevolezza? Con competenza e attenzione […]
  • il canto di Genova: storie e testi

    Nuova edizione – accresciuta e rivista – del primo canzoniere del trallalero, con oltre ottanta testi provenienti dalla tradizione, e uno sguardo sul mondo polivocale ligure attraverso il racconto appassionato e partecipe di un’attenta ricercatrice e interprete della tradizione musicale popolare.

    Trallalero! di: Parodi, Laura  15,00 il canto di Genova: storie e testi Nuova edizione – accresciuta e rivista – del primo canzoniere del trallalero, con oltre ottanta testi provenienti dalla tradizione, e uno sguardo sul mondo polivocale ligure attraverso il racconto appassionato e partecipe di un’attenta ricercatrice e interprete della tradizione musicale popolare.
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!