Pentàgora (66)
  • Cos’è e come si fa il miglioramento genetico partecipativo

    Questo libro è il frutto di 35 anni di ricerche ed esperienze sul campo, condotte insieme con i contadini e le contadine del Medio Oriente e del Corno d’Africa, per giungere a sostituire alle varietà imposte dalle multinazionali del seme, uniformi e incapaci di adattamento, i miscugli e le popolazioni vegetali custodite e selezionate direttamente dai coltivatori con la partecipazione collaborativa dei ricercatori.

    Il passaggio dall’uniformità alla mescolanza offre la risposta più forte e convincente alla crescente erosione del patrimonio di biodiversità, e all’odierno modello dominante di agricoltura.


    Mescolate contadini, mescolate di: Ceccarelli, Salvatore  12,00 Cos’è e come si fa il miglioramento genetico partecipativo Questo libro, agile e alla portata di tutti, è il frutto di 35 anni di ricerche ed esperienze sul campo, condotte insieme con i contadini e le contadine del Medio Oriente e del Corno d’Africa, per giungere a sostituire alle varietà imposte dalle multinazionali del seme, […]
  • Semi, agricoltura contadina, ritorno alla terra

    Cercare semi, Varietà tradizionali, I semi del corredo, Orti di periferia, Conservare la diversità, Comunanze, Prezzo giusto, Il tempo dei contadini, Costumi di un altro tempo, Fatevi le vostre varietà, Scambio dei semi e diritto originario…: sono alcuni tra gli argomenti presentati in questa raccolta dove, riassunto, vive un percorso di riflessione e di azione intrapreso dall’autore, dentro e intorno al mondo rurale, dai primi anni 1980 fino a oggi, per sostenere un primato morale delle varietà agricole tradizionali, fino a quando non sono diventate oggetto di culto e ostentazione di una nuova ideologia urbana.


    Minima Ruralia di: Angelini, Massimo  12,00 Semi, agricoltura contadina, ritorno alla terra Cercare semi … Varietà tradizionali … I semi del corredo … Orti di periferia … Conservare la diversità … Comunanze … Prezzo giusto … Autocertificazione … Il tempo dei contadini … Costumi di un altro tempo … Fatevi le vostre varietà … Contadini, dunque villani … Scambio dei semi […]
  • Bucarest, 2017. Un giornalista italiano, razionale e cinico, racconta gli effetti del regime totalitario degli ultimi anni Ottanta attraverso il ricordo della storia d’amore tormentata con una ragazza romena, Mariana. Il padre di lei, insegnante di storia e avversario politico, viene rinchiuso in manicomio, la sorella Angela, commessa in un negozio di stato dove la contraffazione è consuetudine, è minacciata e abusata da un militare della Securitade, e rischia di perdere la vita a causa di un aborto clandestino, la stessa Mariana prima lavora alla realizzazione del gigantesco Palazzo del popolo, poi si avvicina a un movimento di rivoluzionari…


    Neve che non dimentica di: Romeo, Manuela  10,00 Bucarest, 2017. Un giornalista italiano, razionale e cinico, racconta gli effetti del regime totalitario degli ultimi anni Ottanta attraverso il ricordo della storia d’amore tormentata con una ragazza romena, Mariana. Il padre di lei, insegnante di storia e avversario politico, viene rinchiuso in manicomio, la sorella Angela, commessa in un negozio di stato dove la […]
  • I paesi di montagna sono angoli di paradiso abitati da poveri diavoli. Attraverso lo sguardo disorientato del maresciallo dei carabinieri Elpidio Consapevoli, l’autore – che ci vive e ne conosce il cuore profondo – li racconta con bonaria amarezza e una scrittura complice intinta nel sorriso.


    Niente di nuovo a Montenotte di: Marenco, Alessandro  12,00 I paesi di montagna sono angoli di paradiso abitati da poveri diavoli. Attraverso lo sguardo disorientato del maresciallo dei carabinieri Elpidio Consapevoli, l’autore, che ci vive e ne conosce il cuore  profondo, li racconta con bonaria amarezza e la scrittura complice intinta nel sorriso. Dico com’è fatta una donna Mandillo scuro legato alla nuca, tenuto […]
  • Parole di terra in rima baciata

    Il libro di un contadino che ha rinunciato al superfluo provando ad accordarsi con l’orologio della natura, orientato alla terra con la bussola del buonsenso verso l’autosufficienza, distante dal consumismo, dalla competizione, dalle luci artificiali, dalle ossessioni cosmetiche e, per quanto può, dal denaro.

    Nella loro semplicità, i versi in rima baciata di Felice sono viatico per una buona vita.


    Non ho tempo per la fretta di: Felice (Rosario Colaci)  12,00 Parole di terra in rima baciata Il libro di un contadino che ha rinunciato al superfluo provando ad accordarsi con l’orologio della natura, orientato alla terra con la bussola del buonsenso verso l’autosufficienza, distante dal consumismo, dalla competizione, dalle luci artificiali, dalle ossessioni cosmetiche e, per quanto può, dal denaro. Nella loro semplicità, i versi […]
  • Istantanee dal centro del mondo

    Buone notizie dal centro del mondo: dal Sahel, dal Maghreb, dai margini della Cina, dal Sudamerica, dal Kurdistan, dalla Palestina, dalla Bosnia, dagli slum che orlano quella periferia in gran parte residenziale che chiamiamo Occidente, e da cento altri luoghi. Buone notizie per ricordarci che la vita vive e che nelle smagliature del benessere appesantito e prigioniero dei muri nei quali si è rinchiuso respira la speranza. 18 brevi racconti


    Cos’è il confine? È una convenzione, una linea immaginaria. È una sovrastruttura che delimita e rassicura al tempo stesso, che contribuisce a costruire la nostra identità e contemporaneamente ci costringe ad assumere la diversità dell’altro, di colui che sta oltre questa linea. Ci sono confini reali, quelli degli stati, e confini astratti, disegnati dalla paura o dal pregiudizio. Queste storie sono brevi sguardi al di là di tanti confini.


    Oltre il Confine di: Delrio, Maena, Sordini, Mara,  12,00 Istantanee dal centro del mondo Buone notizie dal centro del mondo: dal Sahel, dal Maghreb, dai margini della Cina, dal Sudamerica, dal Kurdistan, dalla Palestina, dalla Bosnia, dagli slum che orlano quella periferia in gran parte residenziale che chiamiamo Occidente, e da cento altri luoghi. Buone notizie per ricordarci che la vita vive e che […]
  • Dal saccheggio della terra al ritorno della comunità

    Pierre Rabhi, avendolo vissuto per esperienza diretta, ci chiama qui a un atto di riconciliazione urgente, sia reale sia simbolica, tanto essenziale nella sostanza pratica quanto profondamente religiosa. La riconciliazione con la nostra madre terra è persino più urgente della riconciliazione tra gli uomini, poiché la nostra vita dipende dalla nostra terra. Nessuna vita sopravvive su di una terra morta. Rabhi ci presenta sotto forma di racconto la triste storia dell’arroganza umana che, volendo dominare la vita, la distrugge; volendo dominare le specie, le annienta; volendo dominare la terra, la mutila, la tortura, la dissacra.


    Parole di terra di: Rabhi, Pierre  12,00 Dal saccheggio della terra al ritorno della comunità Pierre Rabhi, avendolo vissuto per esperienza diretta, ci chiama qui a un atto di riconciliazione urgente, sia reale sia simbolica, tanto essenziale nella sostanza pratica quanto profondamente religiosa. La riconciliazione con la nostra madre terra è persino più urgente della riconciliazione tra gli uomini, poiché la nostra […]
  • Dalla terra alla bellezza, per tornare al simbolo

    C’è un modo simbolico – dunque unificante, integro, realista – di intendere il mondo e la vita, un modo che dà forma alle ricerche e agli studi qui proposti, dedicati ai linguaggi del mondo rurale, allo spartiacque della modernità, al significato profondo di alcune parole centrali (cultura, simbolo, sacro), alla bellezza che illumina la verità delle cose, più in generale a quell’intima unità che fa venire meno le classiche e logore separazioni che, nel tempo, hanno prodotto la precedenza e oggi il sopravvento dell’astrazione sulla concretezza, della fantasia sull’immaginazione.


    Participio futuro di: Angelini, Massimo  12,00 Dalla terra alla bellezza, per tornare al simbolo Dentro la bellezza che testimonia la verità delle cose e la bontà delle strade intraprese, orientati al ringraziamento e al bene comune e alla ricomposizione simbolica della realtà, quando siamo  allineati alle sensibilità e alle certezze vagliate nel tempo delle generazioni, uniti con i padri dei nostri […]
  • Costruire, mantenere, recuperare i muri in pietra a secco

    Guida pratica, divulgativa e illustrata alla costruzione, alla manutenzione e al recupero dei muri in pietra a secco, perché chi vive sulle colline, le montagne e le coste scoscese del nostro Paese possa continuare o tornare a prendersi cura dei propri terrazzamenti.

    Materiali e attrezzi, l’organizzazione del cantiere, i criteri statici di base, la scelta delle pietre, le parti del muro, tecniche e fasi di costruzione, le rampe e le scale. Come mantenere in buona salute un muro in pietra a secco. Come costruire un muro in pietra a secco. Aspetti normativi.


    Pietra su pietra di: Murtas, Donatella  12,00 Costruire, mantenere, recuperare i muri in pietra a secco Guida pratica, divulgativa e illustrata alla costruzione, alla manutenzione e al recupero dei muretti in pietra a secco, perché chi vive sulle colline, le montagne e le coste scoscese del nostro Paese possa continuare o tornare a prendersi cura dei propri terrazzamenti. Indice: Materiali e attrezzi, […]
  • PUPAZZI, MARE E CUPCAKES: LE PERIPEZIE DI AGATA, UN PERSONAGGIO AL QUALE NON POTRAI NON AFFEZIONARTI

    Succede a volte che la vita che si credeva sarebbe scorsa sui soliti binari si interrompa e diventi essenziale reimmaginare il proprio futuro. È quello che capita ad Agata quando perde il lavoro: è single e apparentemente senza prospettive. Inseguita, o perseguitata, dalle stravaganti proposte lavorative di sua sorella e dalle afflizioni materne, sogna di dedicarsi alla sua grande passione: la creazione di pupazzi. Ma il mondo la reclama, e così suo malgrado, ma non troppo, riprenderà in mano la propria esistenza gettando il cuore oltre l’ostacolo.


    Quando finirà l’estate di: Marturano, Mariagiovanna  15,00 PUPAZZI, MARE E CUPCAKES: LE PERIPEZIE DI AGATA, UN PERSONAGGIO AL QUALE NON POTRAI NON AFFEZIONARTI Succede a volte che la vita che si credeva sarebbe scorsa sui soliti binari si interrompa e diventi essenziale reimmaginare il proprio futuro. È quello che capita ad Agata quando perde il lavoro: è single e apparentemente senza prospettive. […]
  • Un intrigo di faccendieri e orti di periferia

    Estate in una cittadina industriale. Alcuni pensionati si ritrovano per coltivare l’orto in riva al fiume, lontano dalla città, ma l’assessore all’urbanistica ha progetti diversi, e le cose sepolte nel passato spesso tornano a galla, obbligando le persone a cambiare i loro programmi. La colonia di vecchietti saprà resistere alle novità? Riusciranno a passare l’estate fra le loro baracche, nei loro piccoli orti, con le loro quotidiane complicazioni? Gli orti di periferia sono luoghi di resistenza umana: sopportano la città, la violenza del potere, gli anni che passano, forti della pazienza dei vinti.https://www.delfinoenrileeditori.com/wp-admin/post.php?post=1676&action=edit


    Rosso Cadmio 524 di: Marenco, Alessandro  12,00 Un intrigo di faccendieri e orti di periferia Estate in una cittadina industriale. Alcuni pensionati si ritrovano per a coltivare l’orto in riva al fiume, lontano dalla città. L’assessore all’urbanistica ha dei progetti diversi. Ma le cose sepolte nel passato tornano spesso a galla, obbligando le persone a cambiare i loro programmi. La colonia di […]
  • Alimenti per la cura della persona, della casa, dell’orto

    Ricette di Linda BUSATO,
    illustrazioni di Shanti RANCHETTI,
    postfazione di Luca CONTE

    Sessantacinque schede illustrate dedicate ad altrettanti alimenti comuni sulla nostra tavola, per raccontarne i valori nutritivi, le proprietà curative e cosmetiche, l’uso tradizionale fra i rimedi popolari, gli impieghi in cucina, in casa, nell’orto, e numerose altre qualità meno note, eppure utili e importanti da conoscere e provare.


    Salute! di: Trevisan, Michela  15,00 Alimenti per la cura della persona, della casa, dell’orto Ricette di Linda BUSATO, illustrazioni di Shanti RANCHETTI, postfazione di Luca CONTE Sessantacinque schede illustrate dedicate ad altrettanti alimenti comuni sulla nostra tavola, per raccontarne i valori nutritivi, le proprietà curative e cosmetiche, l’uso tradizionale fra i rimedi popolari, gli impieghi in cucina, in casa, nell’orto, […]
  • Balsami, decotti, pomate, sciroppi tratti da un ricettario di metà ‘800

    227 ricette e consigli riguardanti la salute e la bellezza, ereditate dalla secolare tradizione dei Secreti fiorita a partire dal Rinascimento, e selezionate da un anonimo compilatore intorno alla metà del XIX secolo.

    Generate dall’osservazione e dall’esperienza, tramandate dalla consuetudine, sono ricette e consigli che meritano di essere lette con gusto, ma anche con cautela e, sempre, con tanto buon senso.


    Segreti di salute e bellezza di: Sacchetti, Linda E.  12,00 Balsami, decotti, pomate, sciroppi tratti da un ricettario di metà ‘800 227 ricette e consigli riguardanti la salute e la bellezza, ereditate dalla secolare tradizione dei Secreti fiorita a partire dal Rinascimento, e selezionate da un anomimo compilatore intorno alla  metà del XIX secolo. Generate dall’osservazione e dall’esperienza, tramandate dalla consuetudine, sono ricette e consigli […]
  • Racconti popolari kurdi

    Una raccolta di racconti popolari trasmessi per generazioni, da bocca a orecchio, nelle terre dell’Anatolia prevalentemente abitate dai Kurdi: questo è tutto ciò che resta dall’immane mole di materiale etnografico raccolta da Necat çetin negli anni 1990, villaggio dopo villaggio, andata irrimediabilmente perduta.


    Siediti e ascolta di: Cetin, Necat  12,00 Racconti popolari kurdi Una raccolta di racconti popolari trasmessi per generazioni, da bocca a orecchio, nelle terre dell’Anatolia prevalentemente abitate dai Kurdi: questo è tutto ciò che resta dall’immane mole di materiale etnografico raccolta da Necat Çetin negli anni 1990, villaggio dopo villaggio, andata irrimediabilmente perduta. Testo a fronte in Kurmanji. Illustrazioni di Daniela Annetta, […]
  • Mangiare patate senza mal di pancia

    Sapete che nelle patate è presente una sostanza tossica, la solanina, già conosciuta dalle popolazioni precolombiane? Mangiare patate fa bene oppure no, e quali sono i metodi di cottura più appropriati?
    Sapere come funziona e si comporta la solanina permette di imparare a cucinare in modo corretto, senza rischi di ‘mal di pancia’, un così importante alimento della nostra dieta, com’è la patata.


    Solanina di: Sacchetti, Linda E.  10,00 Mangiare patate senza mal di pancia La solanina, varietà e terreni, i risultati della ricerca, patate senza mal di pancia Appendici: alla ricerca della solanina, confronto nutriziale tra diverse varietà, il chuno
  • Qual è il futuro della nostra capacità di generare? Cosa succederà a quelle funzioni fisiologiche che tralasciamo di impiegare? Poiché sta cambiando il modo di fare nascere i bambini, dobbiamo, di conseguenza, attenderci un qualche mutamento della nostra specie? Le acquisizioni della scienza in rapido sviluppo sapranno donarci una nuova consapevolezza?

    Con competenza e attenzione interdisciplinare, Michel Odent, chirurgo e ostetrico di fama mondiale, prova a mettere a fuoco queste domande, partendo in modo provocatorio da un semplice dubbio: abbiamo ancora bisogno delle levatrici?
    E ancora: per quanto tempo potremo continuare a eludere le leggi che guidano la selezione naturale? Saremo capaci di riconoscere le giuste risposte prima di imboccare la strada senza ritorno verso l’estinzione?


    Sopravviveremo alla medicina di: Odent, Michel  12,00 Qual è il futuro della nostra capacità di generare? Cosa succederà a quelle funzioni fisiologiche che tralasciamo di impiegare? Poiché sta cambiando il modo di fare nascere i bambini, dobbiamo, di conseguenza, attenderci un qualche mutamento della nostra specie? Le acquisizioni della scienza in rapido sviluppo sapranno donarci una nuova consapevolezza? Con competenza e attenzione […]
  • IN GIRO PER GENOVA
    ATTRAVERSO UNA CITTÀCHE NON TI ASPETTI

     

    Questa − così la raccontano Simona Ugolotti e Gianni Priano: con le immagini lei e lui con le parole − non è una Genova per turisti, per cacciatori di fotogrammi da social o di souvenir o di emozioni predigerite dalle guide patinate. Questa è la città di un’artista e di uno scrittore, dove la bellezza è inscritta nei margini, nei resti, nelle persone storte come la loro vita, nelle vie strette come le porte evangeliche che aprono alla luce.

    Un libro scritto passo dopo passo (con i piedi, come bisognerebbe fossero scritti un po’ tutti i libri che parlano di luoghi e di terra) e da leggere come una via lucis, una stazione dopo l’altra: a ogni stazione una meditazione sulla vita sguardata rasoterra o dietro le lenti di un bicchiere.


    Stradiario genovese di: Priano, Gianni, Ugolotti, Simona,  15,00 IN GIRO PER GENOVA ATTRAVERSO UNA CITTÀCHE NON TI ASPETTI   Questa − così la raccontano Simona Ugolotti e Gianni Priano: con le immagini lei e lui con le parole − non è una Genova per turisti, per cacciatori di fotogrammi da social o di souvenir o di emozioni predigerite dalle guide patinate. Questa è […]
  • il canto di Genova: storie e testi

    Nuova edizione – accresciuta e rivista – del primo canzoniere del trallalero, con oltre ottanta testi provenienti dalla tradizione, e uno sguardo sul mondo polivocale ligure attraverso il racconto appassionato e partecipe di un’attenta ricercatrice e interprete della tradizione musicale popolare.

    Trallalero! di: Parodi, Laura  15,00 il canto di Genova: storie e testi Nuova edizione – accresciuta e rivista – del primo canzoniere del trallalero, con oltre ottanta testi provenienti dalla tradizione, e uno sguardo sul mondo polivocale ligure attraverso il racconto appassionato e partecipe di un’attenta ricercatrice e interprete della tradizione musicale popolare.