• Il declino dell’agricoltura familiare raccontato da John Steinbeck e Dorothea

    Nel corso degli anni Trenta, milioni di contadini, a ovest come a est, sono costretti a lasciare per sempre la propria terra per andare incontro a un destino di sofferenza e miseria negli Stati Uniti, di dolore e morte in Unione Sovietica. Una clamorosa inchiesta giornalistica di John Steinbeck e il crudo realismo delle immagini di Dorothea Lange ci accompagnano in un viaggio lungo le grandi arterie stradali americane, dove i contadini, trasformati in migranti, sciamano in direzione della California, carichi di speranze che ben presto si riveleranno illusorie…

    Contadini sulla strada di: Bottari, Fabrizio  12,00 Il declino dell’agricoltura familiare raccontato da John Steinbeck e Dorothea Su quali basi poggia la moderna agricoltura industriale? Proviamo a spiegarlo con l’aiuto di John Steinbeck, di cui pubblichiamo una serie di articoli inediti scritti tra il 1936 e il 1938 per due quotidiani americani, nei quali si denuncia la drammatica situazione di migliaia di […]
  • Il COVID 19 ha indubbiamente costituito la causa scatenante a cui l’autore ha reagito infarcendo la sua clausura di osservazioni e riflessioni “in versi”. All’inseguimento – felice o infelice, spetta al lettore valutarlo – delle rime dantesche, per l’anniversario (1321-2021) DANTE 700 affianca e segue le tracce delle terzine nei tre ultimi canti dell’Inferno, Purgatorio e Paradiso. GRAY 270 è un omaggio traduttivo alla sua notissima Elegy written in a country churchyard (1751-2021), amata non solo dagli Inglesi. …E ALTRE RIME fanno rivivere i momenti del saluto finale da parte dell’autore nel suo ruolo di Presidente agli Esami di maturità, svolto, in anni ormai lontani, nelle sedi più diverse: prevalentemente a Genova e San Pier d’Arena, ma anche ad Asti, Casale M.to, Alba, Cuneo e Alessandria; esaltano felici situazioni di convivialità e chiudono con un’invettiva ecologica in martellanti ottonari monorima, datata 1974, che conta su un apprezzamento in sede europea, riportato in chiusura.

    COVID 19 DANTE 700 GRAY 270 …e altre rime di: Poggio, Benito  12,00 “Trasformare un problema (e che problema!) in opportunità: questo ha fatto Benito Poggio, già docente, anzi anglico studioso, in prestigiosi licei, poeta e critico letterario, in un suo recente lavoro poetico che coniuga tre accadimenti di notevole rilevanza. il Covid in particolare, i 700 anni di Dante e i 270 di Gray. Così la coatta […]
  • Manuale per riprodurre facilmente i propri semi

    illustrazioni di Ilaria Genna
    Manuale, pratico e di facile lettura, specificamente rivolto a chi si voglia dedicare a coltivare le proprie varietà attraverso l’autoproduzione delle sementi. Insieme con Alice Pasin, conservatrice di ortive locali e insegnante di tecniche di riproduzione, che ne ha curato l’impianto generale, hanno collaborato coltivatori ed esperti, che da anni collaborano con la Rete Semi Rurali, disponibili a condividere i loro saperi pratici e le loro conoscenze.

    Di seme in meglio di: Rete Semi Rurali  12,00 Manuale per riprodurre facilmente i propri semi illustrazioni di Ilaria Genna Manuale, pratico e di facile lettura, specificamente rivolto a chi si voglia dedicare a coltivare le proprie varietà attraverso l’autoproduzione delle sementi. Insieme con Alice Pasin, conservatrice di ortive locali e insegnante di tecniche di riproduzione, che ne ha curato l’impianto generale, hanno collaborato […]
  • 16 giugno 1944, prime ore del pomeriggio: le fabbriche del ponente genovese vengono circondate dalle milizie della RSI e dalle truppe tedesche. Centinaia di lavoratori (1480 per la prefettura) vengono radunati, selezionati, caricati sui treni e deportati in Germania, prima tappa Mauthausen, da dove saranno smistati in altre località tra stabilimenti e campi di lavoro.

    Inizia così una delle pagine più drammatiche della storia operaia sotto l’Italia occupata, raccontata da Natale Giampaolo nel diario tenuto durante gli ultimi mesi di prigionia prima della Liberazione.

    Il rastrellamento, l’arrivo a Mauthausen, le condizioni di vita dei lavoratori italiani deportati, il bombardamento di Dresda.

    Diario dal Lager di: Giampaolo, Natale  12,00 Diario e documenti raccolti da Corrado Giampaolo. Schede a cura di Paolo Giampaolo. Guida alla lettura di Luca Borzani.  
  • 16 giugno 1944, prime ore del pomeriggio: le fabbriche del ponente genovese vengono circondate dalle milizie della RSI e dalle truppe tedesche. Centinaia di lavoratori (1480 per la prefettura) vengono radunati, selezionati, caricati sui treni e deportati in Germania, prima tappa Mauthausen, da dove saranno smistati in altre località tra stabilimenti e campi di lavoro.

    Inizia così una delle pagine più drammatiche della storia operaia sotto l’Italia occupata, raccontata da Natale Giampaolo nel diario tenuto durante gli ultimi mesi di prigionia prima della Liberazione.

    Il rastrellamento, l’arrivo a Mauthausen, le condizioni di vita dei lavoratori italiani deportati, il bombardamento di Dresda.

     

    ISTRUZIONI PER L’ACQUISTO ED IL DOWNLOAD

    Una volta inserito l’eBook nel carrello e effettuato il pagamento, riceverete una mail con il link di download del file della pubblicazione.
    Il libro è in formato .ePub leggibile su PC (Windows / Macintosh), tablet, smartphone e lettori dedicati

    • Guida ai programmi per per PC ===> LINK
    • Guida alla lettura eBook su Tablet ===> LINK
    • Installare il file su Kindle ===> LINK
    Diario dal Lager – versione ebook di: Giampaolo, Natale  5,00 Diario e documenti raccolti da Corrado Giampaolo. Schede a cura di Paolo Giampaolo. Guida alla lettura di Luca Borzani.  
  • Storie di vita e appunti di agricoltura e giardinaggio

    Una vita straordinaria, quella del ‘giardiniere di Calvino’, raccontata in prima persona con penna leggera, libera e appassionata, e accompagnata dai taccuini dedicati agli studi sugli alberi, al mimetismo in natura, alla teoria degli innesti all’agricoltura biologica.

    Diario di un giardiniere anarchico di: Guglielmi, Libereso  12,00 Storie di vita e appunti di agricoltura e giardinaggio Una vita straordinaria, quella del ‘giardiniere di Calvino’, raccontata in prima persona con penna leggera, libera e appassionata, e accompagnata dai taccuini dedicati agli studi sugli alberi, al mimetismo in natura, alla teoria degli innesti all’agricoltura biologica.
  • Descolarizzare ancora la società

    In che modo la scuola ha formato e condizionato il nostro modo di essere e il mondo in cui viviamo? Quanto, nel bene e nel male, ha pesato nella vita di ciascuno di noi? Cosa ci ha dato? Cosa ci ha tolto? Riusciamo ancora a pensare un’educazione distinta dalla scuola o che, addirittura, ne possa fare a meno?

    Cinquant’anni dopo le riflessioni di Ivan Illich sulla descolarizzazione, Discola continua a pensarla possibile.

    Questo libro è dedicato a tutte le bambine e i bambini, ed è direttamente rivolto alle educatrici, alle insegnanti, ma soprattutto ai genitori e a chiunque voglia riflettere sul senso della scuola.

    Discola di: Bonavita, Bianca  12,00 Descolarizzare ancora la società In che modo la scuola ha formato e condizionato il nostro modo di essere e il mondo in cui viviamo? Quanto, nel bene e nel male, ha pesato nella vita di ciascuno di noi? Cosa ci ha dato? Cosa ci ha tolto? Riusciamo ancora a pensare un’educazione distinta dalla scuola o […]
  • Malocchio e guaritori tradizionali

    Tra tutte le superstizioni il malocchio, nelle sue diverse sfaccettature dal fascino alla iettatura, è la credenza tuttora più radicata, forse perché ispirata da un sentimento inconsciamente presente in ogni uomo: l’invidia. Come riconoscere lo iettatore, come si trasmette il malocchio, quali sono i soggetti più colpiti, come ci si protegge? Il libro esplora questo lato oscuro della mente umana, alimentato dalla cultura del sospetto, dà voce a chi ha vissuto questa angoscia, spiega il ricorso a talismani, amuleti, brevi, oggetti e gesti di scaramanzia.

    Domanda al vento che passa di: Giardelli, Paolo  14,00 Malocchio e guaritori tradizionali L’occhio secco, il capro espiatorio, il malocchio esiste, il principe iettatore, il paese che non si dice, case e oggetti maledetti, l’identikit dello iettatore, ilifascino, come riconoscere lo iettatore e da chi guardarsi, l’invidia, Dio ti benedica, il corallo, il potere dello sguardo e la cultura del sospetto, come si trasmette […]
  • Il conflitto fra modernità e intolleranza, tra fanatismo e progresso, tra centralismo e localismo, nella Spagna ottocentesca, attraverso la scrittura raffinata di un maestro del realismo: tra pittura d’ambiente e rappresentazione simbolica, una lettura attenta di fenomeni ricorrenti nella storia europea, sullo sfondo di una intensa e disperata passione amorosa.

    Donna Perfecta di: Pérez Galdós, Benito  14,00 Il conflitto fra modernità e intolleranza, tra fanatismo e progresso, tra centralismo e localismo nella Spagna ottocentesca, attraverso la scrittura raffinata di un maestro del realismo: tra pittura d’ambiente e rappresentazione simbolica, una lettura attenta di fenomeni ricorrenti nella storia europea, sullo sfondo di una intensa e disperata passione amorosa.
  • UN RITRATTO CORALE, SCHIETTO E AFFETTUOSO DEL MONDO CONTADINO ATTRAVERSO UN PAESE E I SUOI ABITANTI SULLA MONTAGNA CHE SI FA DESERTO.

    A tratti, pare di leggere il miglior Jean Giono…’ (Massimo Angelini)

    Dormono sulla collina di: Belmonte, Fulvio  14,00 Sollecitando eventi minimi, scorci di paesaggi, voci di stagioni lontane, lo scrittore si impegna a delineare una serie di ritratti di uomini e donne che hanno vissuto in un paese ventoso e ormai semideserto della Liguria di Ponente nell’arco di tempo che va dai primi del Novecento al nuovo millennio. Sono storie semplici e, a […]
  • Si fa leggere come un romanzo, informa come un manuale di giardinaggio, nutre come una lezione di vita, da’ speranza al futuro come una profezia

    Due passi fuori dalla civiltà di: Pagani, Carlo, Pallavicini, Mimma,  14,00 Dedicato a chi pensa che un bosco non possa essere anche un giardino, a chi ha paura degli incontri selvatici, a chi ama le piante come la vita in tutte le sue espressioni e a chi sa cogliere il flusso delle stagioni e ha bisogno di poesia. Ma soprattutto, questo libro è dedicato a chi […]
  • Persone qualsiasi incontrate nei cimiteri d’Italia, la cui vita sembra esaurirsi nelle semplici date di nascita e di morte, a una paziente ricostruzione, si rivelano protagoniste di vicende sorprendenti, nelle quali la storia quotidiana si incontra con la ‘grande storia’.

    Storie bellissime e sconosciute che restituiscono alle persone la loro dignità di viventi, raccontandone virtù e debolezze. 

    E serbi un sasso il nome di: Cacioppo, Elisabetta, Tafi, Massimo,  15,00 Persone qualsiasi incontrate nei cimiteri d’Italia, la cui vita sembra esaurirsi nelle semplici date di nascita e di morte, a una paziente ricostruzione, si rivelano protagoniste di vicende sorprendenti, nelle quali la storia quotidiana si incontra con la ‘grande storia’. Storie bellissime e sconosciute che restituiscono alle persone la loro dignità di viventi, raccontandone virtù […]
  • La storia del caffè, tracciata con la penna leggere intinta nel soriso, attraverso una manciata di secoli costellati di vicende, personaggi e aneddoti.
    Tra assedi, cappuccini e krapfen, caffettiere napoletane e moka, tiranni e imbecilli, locali viennesi e internet-caffè, dall’Impero Ottomano fino ai nostri giorni, Eccitami! racconta segreti, misfatti e virtù della bevanda più amata dagli italiani.

    Eccitami! Storia semiseria del caffè di: Pettinotti, Paola  12,00 La storia del caffè, tracciata con la penna leggere intinta nel soriso, attraverso una manciata di secoli costellati di vicende, personaggi e aneddoti. Tra assedi, cappuccini e krapfen, caffettiere napoletane e moka, tiranni e imbecilli, locali viennesi e internet-caffè, dall’Impero Ottomano fino ai nostri giorni, Eccitami! racconta segreti, misfatti e virtù della bevanda più amata […]
  • Sulle parole un po’ fingiamo di capirci, tanto poi ciascuno, nel segreto, le declina come vuole oppure, ritenendole sufficientemente chiare e comprensibili, rinuncia a pesarle e si lascia guidare dall’abitudine. Retrocedere fino alla loro radice può aiutare a recuperarne un contorno più definito e un significato meno incerto, per lo meno un significato originario, ricavato dopo averle sezionate, sbucciate, liberate dalla patina (o crosta) di significati e valori sedimentati nel tempo. E allora si scopre che dietro il sapere c’è il sale, dietro l’amore le stelle, dietro la cultura l’aratro, dietro il sacro il recinto, e che eterno non significa ciò che non ha inizio né fine, ma qualcosa che sappiamo tutti…

    E grazie? Cosa vuole dire grazie? E madre?

    Ecologia della parola – SECONDA EDIZIONE di: Angelini, Massimo  12,00 Saggio dedicato al recupero del significato profondo di alcune parole di uso quotidiano – amore, bellezza, cultura, cuore, eterno, grazie, parola, persona, sapere, simbolo, umano – recuperato attraverso l’indagine etimologica. Così si scopre che amore viene da desiderio, cultura da aratro, grazie da dono, parola da parabola, sapere da sale, e così per molte altre […]
  • segue La casa verde

    … un libro capace di restituire un’umanità pensosa e senziente, che sa dar nome ai tanti diversi modi di amare e a un bisogno trasversale di serenità. (Zena Roncada)

    Come su un’altalena, oscillando tra desiderio di clausura e nostalgia di casa, tra la ricerca di una irraggiungibile pienezza e il persistente orrore di scivolare nel vuoto, tra un presente rarefatto come un sogno e i ricordi che dal sogno prendono vita, Emma torna in visita al convento dal quale quindici anni prima era uscita e lascia riemergere – e affronta – emozioni che credeva sopite. 

    Sullo sfondo Assisi e la presenza senza tempo di Francesco.

    Emma di: Molinari, Helena  12,00 segue La casa verde … un libro capace di restituire un’umanità pensosa e senziente, che sa dar nome ai tanti diversi modi di amare e a un bisogno trasversale di serenità. (Zena Roncada) Come su un’altalena, oscillando tra desiderio di clausura e nostalgia di casa, tra la ricerca di una irraggiungibile pienezza e il persistente […]
  • Erbe di casa di: Annetta, Emanuela  14,00 Crescono ovunque intorno a noi, lungo strade, campi, fossi, ma le conosciamo poco o niente e quindi non apprezziamo abbastanza le loro molteplici virtù culinarie e salutari. Sono le erbe eduli spontanee, preziosa risorsa onnipresente in Liguria e solo di recente, a ragione, riscoperta. Questo testo ne illustra 74, con 170 ricette tradizionali e insolite […]
  • 1941: l’ultimo atto dell’avventura coloniale italiana in Eritrea narrato, giorno dopo giorno, nel diario di un giovane funzionario di banca. Protagonista della drammatica battaglia di Cheren, testimone lucido e ironico, senza risparmiare critiche alla malaccorta e miope entrata in guerra di Mussolini, Alessandro Bianchi con stile asciutto, a tratti quasi giornalistico, attraverso la propria diretta esperienza racconta la fine del dominio italiano in Eritrea.

    Eritrea 1941. L’ultimo anno della colonia primogenita di: Bianchi, Alessandro  14,00 1941: l’ultimo atto dell’avventura coloniale italiana in Eritrea narrato, giorno dopo giorno, nel diario di un giovane funzionario di banca. Protagonista della drammatica battaglia di Cheren, testimone lucido e ironico, senza risparmiare critiche alla malaccorta e miope entrata in guerra di Mussolini, Alessandro Bianchi con stile asciutto, a tratti quasi giornalistico, attraverso la propria diretta […]
  • Piccolo diario di bordo della navigazione tra l’essere donna, madre, in un mondo del lavoro ancora così poco accogliente verso l’universo femminile, sempre più consapevole dell’importanza dell’amicizia tra donne, cerchio di ‘femminitudine’.

    Tra l’essere ‘social’, il ritrovarsi in una canzone che riporti a casa, la ricerca di sé di fronte ai fatti di cronaca che vedono le donne ‘oggetto’ ben diverso dal loro ruolo di ambasciatrici del femminile racchiuso in loro. 

    FEMMINILITÀ 2.0 di: Privileggio, Milena  10,00 Piccolo diario di bordo della navigazione tra l’essere donna, madre, in un mondo del lavoro ancora così poco accogliente verso l’universo femminile, sempre più consapevole dell’importanza dell’amicizia tra donne, cerchio di ‘femminitudine’. Tra l’essere ‘social’, il ritrovarsi in una canzone che riporti a casa, la ricerca di sé di fronte ai fatti di cronaca che […]
  • Forti Pulsioni di: Salucci, Mauro  10,00 Forti pulsioni, biografia romanzata di Niccolò Paganini, la cui vita costellata di guai giudiziari e difficoltà relazionali – suggerisce Mauro Salucci – si può pensare che sia stata segnata anche dall’incontro con alcune donne di carattere particolarmente forte. Pur attingendo alcuni dettagli narrativi dalla finzione letteraria, il libro è stato costruito con un richiamo indiretto, […]
  • Le batterie contraeree a Genova nella Seconda Guerra Mondiale, dall’estremo levante all’estremo ponente: storia, planimetrie, architettura, armamenti, protagonisti, attraverso le testimonianze materiali e documentarie che ancora oggi permettono di leggere un capitolo di storia cittadina.

    Il libro è INTERAMENTE illustrato con fotografie d’epoca, per la maggior parte inedite!

    Genova 3a legione di: Rossi, Massimo  14,00 Le batterie contraeree a Genova nella Seconda Guerra Mondiale, dall’estremo levante all’estremo ponente: storia, planimetrie, architettura, armamenti, protagonisti, attraverso le testimonianze materiali e documentarie che ancora oggi permettono di leggere un capitolo di storia cittadina. Il libro è INTERAMENTE illustrato con fotografie d’epoca, per la maggior parte inedite!
  • Acciughe, Aglio, Aia, Alzheimer… Bacio, Balaustra, Banca, Bar… Cabala, Caffè, Camminare, Campagna… Dazio, Decima, Diavolo, Dio… Eccessi, Eco, Elettroshock, Epochè… Fagioli, Falce messoria, Falò, Farinata… Gabbiani, Gaggìe, Galera, Gelo… e così via, per altre decine e decine di voci, fino a comporre una fitta mappa del Genovesato e dell’Alto Monferrato, tessuta con fili corali di memoria e di emozioni dolciamare.

    Gioghi di Parole di: Priano, Gianni  12,00 Le parole sono, da sempre, per Gianni Priano un’ossessione. E un vizio. Infatti ne ha scritte e ne ha dette moltissime. E forse sarebbe ora che stesse zitto. Invece eccolo qui, dopo una pigrissima carriera da recensore, critico letterario, scrittore di racconti e versi a presentarci una specie di vocabolario in cui le parole camminano non soltanto tra Genova e Monferrato ma, anche, […]
  • Premio “Poesia, Prosa e Arti figurative”.
    Premio teatrale “Angelo Musco”.

    La voglia di avventura di due adolescenti, una spedizione scientifica nel cuore della montagna, un commando di criminali pronti a tutto e una fiaschetta d’oro. Questi sono gli elementi di una storia che si svolge tra i pendii e le grotte del Marguareis. L’avvicendarsi di personaggi bizzarri, di salti nella storia e di ritrovamenti di luoghi segreti ruota intorno a un mistero la cui soluzione lascia spazio a ipotesi al limite della fanta-biologia.

    Gli dei del Marguareis di: Roba, Ezio  14,00 Premio “Poesia, Prosa e Arti figurative”. Premio teatrale “Angelo Musco”. La voglia di avventura di due adolescenti, una spedizione scientifica nel cuore della montagna, un commando di criminali pronti a tutto e una fiaschetta d’oro. Questi sono gli elementi di una storia che si svolge tra i pendii e le grotte del Marguareis. L’avvicendarsi di personaggi bizzarri, di salti nella storia […]
  • Ho fatto un figlio con un omeopata di: Siccardi, Francesco, Grillo, Alessandra,  16,00 Questo libro nasce dall’esperienza di vita pratica e dai consigli della medicina omeopatica al fine di ottenere una gravidanza nel rispetto della natura e un figlio il più possibile sano. Uno stimolo alla riflessione per i futuri genitori prima del concepimento con consigli alimentari, di stile di vita e di medicina omeopatica per aumentare la loro consapevolezza e determinazione nel […]
  • Diario di terra

    Sulle colline una donna ricerca nella terra il suo humus perduto, la sua umanità, la sua rivolta. Nel suo diario ritrae la meraviglia per il lavorio delle stagioni. Diventa contadina. Ma l’elegia si distorce in invettiva, l’incanto in disincanto. Della cultura contadina non restano che macerie e la campagna è stata trasformata in una fabbrica a cielo aperto. Dal suo esilio si accorge che tutto, anche il suo ‘Ritorno alla terra’ è avvolto nella Rete del Grande Pescatore. La comunità è dispersa e lei si sente condannata a una solitudine irreparabile.

    Humus di: Bonavita, Bianca  12,00 Diario di terra Scrivo dalla terra che mi lavora, che rivolta la mia anima ogni giorno di più. Scrivo di quei pochi centimetri di terra che sono il mio humus, la mia umanità, la mia casa, il mio rifugio, il mio esilio, la  mia diserzione.
Carrello
0