• Illusioni, opacità, rassegnazione sono gli ingredienti della vita di Giulia, fuggita dall’indifferenza di genitori aridi per rifugiarsi in un matrimonio che annienterà la sua fragile autostima e la condurrà verso una battaglia estenuante contro sé stessa.

    LA VITA OPACA di: Maggi, Sara  12,00 Il mio nome è Giulia e se avrò abbastanza coraggio sarò presto una donna divorziata. Sono nata cinquantacinque anni fa e non ho mai fatto l’amore, intendo quello vero, quello che mescola il sentimento agli spasmi e che addolcisce il corpo teso. Non sono bella, non lo sono mai stata negli occhi di nessuno. Ho […]
  • La bambina che non vuole crescere e quella che si scopre grande, all’improvviso. La bambina che nella notte teme l’invasione delle formiche e quella che invece addomestica il buio, suonandolo con le mani. La bambina che s’inventa universi sospesi e quella che già conosce la fatica di un quotidiano pieno di limiti.

    Tanti incontri, con la natura, le cose e le persone, con la bellezza, la vergogna e la paura, con la gioia, la meraviglia e il dolore, con le partenze, gli arrivi e i ritorni.

    Tante  prime volte che svelano il mondo, registrate attraverso uno sguardo ora intinto nella magia ora così consapevole della realtà da coglierne il senso segreto, le spine e il mistero.

    Le bambine di: Roncada, Zena  12,00 La bambina che non vuole crescere e quella che si scopre grande, all’improvviso. La bambina che nella notte teme l’invasione delle formiche e quella che invece addomestica il buio, suonandolo con le mani. La bambina che s’inventa universi sospesi e quella che già conosce la fatica di un quotidiano pieno di limiti. Tanti incontri, con […]
  • Storie di una cartastorie

    Nuova La carta, nel suo multiforme e giocoso aspetto, è la protagonista assoluta di queso piccolo libro: piegata, intagliata, incisa, cordonata, modellata, applicata… ma soprattutto raccontata, attraverso brevi frammenti di un discorso amoroso, accompagnati da note e consigli utili e semplici. Tutti all’opera, quindi, con l’augurio che questa lettura possa essere… accartivante!

    Le mani, la carta, nient’altro di: Colombara, Monica  12,00 Storie di una cartastorie Nuova La carta, nel suo multiforme e giocoso aspetto, è la protagonista assoluta di queso piccolo libro: piegata, intagliata, incisa, cordonata, modellata, applicata… ma soprattutto raccontata, attraverso brevi frammenti di un discorso amoroso, accompagnati da note e consigli utili e semplici. Tutti all’opera, quindi, con l’augurio che questa lettura possa essere… accartivante!
  • Cosa si può fare per recuperare il dialogo autentico con i figli? Quali sono le parole che aprono ad una relazione di amicizia tra genitori e figli? È la parola che fa la relazione. Il dialogo vivo, continuo e sincero tra genitori e figli è qualcosa che richiede esercizio. Le esperienze di dialogo raccontate nel libro intendono aiutare il lettore a trovare le proprie parole nella relazione coi figli, a gestire il proprio potere e a comprendere come la responsabilità prima del genitore non è educare, ma ‘fare l’anima’.

    LE PAROLE CHE AIUTANO di: Maio, Marco  12,00 Cosa si può fare per recuperare il dialogo autentico con i figli? Quali sono le parole che aprono ad una relazione di amicizia tra genitori e figli? È la parola che fa la relazione. Il dialogo vivo, continuo e sincero tra genitori e figli è qualcosa che richiede esercizio. Le esperienze di dialogo raccontate nel […]
  • DUE LIBRI IN UNO… ANZI TRE IN UN UNICO VOLUME COLORATO DI VISIONI E PASSIONI

    LE PAROLE E LE BESTIE di: Bizzarri, Barbara, Priano, Gianni, Ugolotti, Simona,  16,00 Un abbecedario e un bestiario uniti insieme: due raccolte di oggetti, ricordi, riflessioni per raccontare percorsi di vita, reti di relazioni, fili buoni per riannodare la memoria; quasi due mappe stese sul Mantovano e sul Genovesato, dal mare fino all’alto Monferrato. Attraverso questi fili, un altro racconto per immagini: 40 disegni arcobalenici per ricordare, da […]
  • Lûnaio 2019 – Bèllo Segnù di:  12,00 12 nuove esilaranti tavole firmate Bèllo Segnù per un divertentissimo 2019 Calendario da parete formato aperto 23×46 cm interamente a colori!
  • Lûnaio 2020 – Bèllo Segnù di:  10,00 12 nuove esilaranti tavole firmate Bèllo Segnù per un divertentissimo 2020 Calendario da parete formato aperto 22×44 cm interamente a colori!
  • 13 nuove tavole per il 2021 firmate Bèllo Segnù!

    LUNAIO 2021 BELLO SEGNU di: Caviglia, Davide  10,00 13 nuove tavole per il 2021 firmate Bèllo Segnù!
  • Curioso, distaccato, gentiluomo di poche parole, profondamente cittadino nel modo di vedere le cose, Auguste Maillot lavora in un commissariato di provincia, ai piedi di una vallata alpina, dove incontra casi che ci parlano della vita di paese, di mentalità e comportamenti radicati nella montagna e fuori dal tempo: casi che si aprono davanti ai suoi occhi di spettatore perplesso e si risolvono… quasi da sé.

    Maillot l’ispettore di: Castellano, Gianpaolo  12,00 Curioso, distaccato, gentiluomo di poche parole, profondamente cittadino nel modo di vedere le cose, Auguste Maillot lavora in un commissariato di provincia, ai piedi di una vallata alpina, dove incontra casi che ci parlano della vita di paese, di mentalità e comportamenti radicati nella montagna e fuori dal tempo: casi che si aprono davanti ai […]
  • Il Mediterraneo sguardato dalla parte
    di chi parte e non sempre arriva

    53 sguardi e altrettante riflessioni sul mondo dei migranti, inviate da Niamey (Niger) tra il 2012 e il 2017 da Mauro Armanino, prete, missionario e testimone. Armanino non parla di numeri, non si ferma agli aggettivi (profughi, sfollati, richiedenti asilo, e ancora dieci altre targhette di gran moda), ma li chiama ciascuna e ciascuno per nome, ci racconta che hanno un volto e nel bagaglio una storia, che non vengono dall’absurdistan, ma da un luogo che anch’esso ha un nome, dove hanno lavorato o studiato, dove hanno lasciato una famiglia, una comunità di persone che hanno un nome, e poi – nome dopo nome – ci racconta di chi nel viaggio ha assaggiato l’antipasto dell’inferno e di chi non è arrivato né tornato, e ancora racconta di governi collusi, di organizzazioni compiacenti, di potenze della finanza e della politica che prosciugano le ricchezze del centro del mondo e le convogliano nella nostra periferia. Con lingua schietta, nello stesso tempo poetica e viscerale, senza sconti alla verità né alle responsabilità, questo libro parla di noi.

    I protagonisti di questo libro sono portatori sani di una malattia chiamata vita, quelli che ogni giorno dal centro del mondo provano a raggiungere la nostra periferia residenziale; indossano un nome, una storia, una speranza o forse un’illusione; qualcuno riesce a raggiungere le spiagge della periferia, altri affondano in quella caporetto della nostra civiltà che ha nome Mediterraneo, la più grande fossa comune del nostro tempo. Ma per la televisione che ce ne parla, i giornali e il Ministero degli interni, e per i luoghi da scaramuccia – nel Parlamento europeo come su Facebook – sono solo numeri da contare, pedine da sopportare, unità da statistica, ingombri, cascame umano, corpi senza volto, ombre che vengono da un altrove indefinito, pretesti per la schermaglia tra chi ama pensarsi evoluto e tollerante e chi lascia uscire il bitume che ha nel cuore, ma anche pretesti per agire la speculazione e il riciclaggio. 

    Mare Muro di: Armanino, Mauro  12,00 Il Mediterraneo sguardato dalla parte di chi parte e non sempre arriva 53 sguardi e altrettante riflessioni sul mondo dei migranti, inviate da Niamey (Niger) tra il 2012 e il 2017 da Mauro Armanino, prete, missionario e testimone. Armanino non parla di numeri, non si ferma agli aggettivi (profughi, sfollati, richiedenti asilo, e ancora dieci […]
  • Storie di donne e di uomini senza storia

    Racconti di fiume e di paese che nascono dal desiderio di portare in superficie e trattenere frammenti di esistenze che scorrono lungo il filo del Novecento e si incontrano sullo sfondo della campagna e della riva di Po. Sono storie di argini e di margini, di legami e di lavoro, di amori e di casa, di sensi e di ricordi, capaci di aprire le porte che separano i tempi dai luoghi. Sono racconti che chiedono e sanno dare risposte.

    Se da un lato domandano al lettore attenzione e condivisione, dall’altro gli offrono uno sguardo empatico su un mondo di cui si sentirà presto partecipe, a volte complice.

    Margini di: Roncada, Zena  12,00 Storie di donne e di uomini senza storia Quarantasei brevi racconti, ritratti di gente qualunque, di gente di popolo, figli del paese, della campagna mantovana, delle golene di Po. Ritratti di vita di tutti i giorni che sembrano quadri tratti da un film di Ermanno Olmi. In ogni racconto una figura che esce dall’anonimato e […]
  • Cos’è e come si fa il miglioramento genetico partecipativo

    Questo libro è il frutto di 35 anni di ricerche ed esperienze sul campo, condotte insieme con i contadini e le contadine del Medio Oriente e del Corno d’Africa, per giungere a sostituire alle varietà imposte dalle multinazionali del seme, uniformi e incapaci di adattamento, i miscugli e le popolazioni vegetali custodite e selezionate direttamente dai coltivatori con la partecipazione collaborativa dei ricercatori.

    Il passaggio dall’uniformità alla mescolanza offre la risposta più forte e convincente alla crescente erosione del patrimonio di biodiversità, e all’odierno modello dominante di agricoltura.

    Mescolate contadini, mescolate di: Ceccarelli, Salvatore  12,00 Cos’è e come si fa il miglioramento genetico partecipativo Questo libro, agile e alla portata di tutti, è il frutto di 35 anni di ricerche ed esperienze sul campo, condotte insieme con i contadini e le contadine del Medio Oriente e del Corno d’Africa, per giungere a sostituire alle varietà imposte dalle multinazionali del seme, […]
  • Semi, agricoltura contadina, ritorno alla terra

    Cercare semi, Varietà tradizionali, I semi del corredo, Orti di periferia, Conservare la diversità, Comunanze, Prezzo giusto, Il tempo dei contadini, Costumi di un altro tempo, Fatevi le vostre varietà, Scambio dei semi e diritto originario…: sono alcuni tra gli argomenti presentati in questa raccolta dove, riassunto, vive un percorso di riflessione e di azione intrapreso dall’autore, dentro e intorno al mondo rurale, dai primi anni 1980 fino a oggi, per sostenere un primato morale delle varietà agricole tradizionali, fino a quando non sono diventate oggetto di culto e ostentazione di una nuova ideologia urbana.

    Minima Ruralia di: Angelini, Massimo  12,00 Semi, agricoltura contadina, ritorno alla terra Cercare semi … Varietà tradizionali … I semi del corredo … Orti di periferia … Conservare la diversità … Comunanze … Prezzo giusto … Autocertificazione … Il tempo dei contadini … Costumi di un altro tempo … Fatevi le vostre varietà … Contadini, dunque villani … Scambio dei semi […]
  • COME TUTTI GLI ANNI, SECONDO UN MODELLO RIPETUTO DA SEMPRE, ESCE L’IMMANCABILE ALMANACCO – LUNARIO – CALENDARIO – AGENDA DEI CONTADINI

    MIRALUNA 2021 di:  5,00 TEMPORA, STAGIONI, SOLSTIZI, EQUINOZI, METEORE, FASI LUNARI, LUNA ROSSA, LUNA EMBOLISMALE, EPATTA, CALENDE, ROGAZIONI, LITANIE, GIORNI DELLA MERLA, DI’ DELLA VECCHIA, SANTI CAVALIERI, SANTI DI GHIACCIO, GIORNI PER LA SEMINA, IL VIAGGIO, LE CONSERVE, GIORNI DI CAMOLA E GIORNI SCONSIGLIATI, GIORNI PER LAVORARE E PER FARE NULLA, COVA DELLE UOVA, TAGLIO DELLA LEGNA, SEMI, LAVORI […]
  • BOTANICA E MITOLOGIA UNITE IN UN VIAGGIO, PERCORSO CON PASSO DIVULGATIVO MA RIGOROSO, TRA LE RADICI DELLA NOSTRA CULTURA

    MITOBOTANICA di: SIVIERO, Simone  14,00 Un libro che guida il lettore in un percorso fra alberi, arbusti e fiori, alla scoperta delle radici che li legano ai luoghi e alla storia, alla scienza e ai miti, alle credenze collettive e ai ricordi personali. Un viaggio in cui Simone Siviero fonde la sua competenza botanica con l’amore per l’etimologia e le […]
  • Bucarest, 2017. Un giornalista italiano, razionale e cinico, racconta gli effetti del regime totalitario degli ultimi anni Ottanta attraverso il ricordo della storia d’amore tormentata con una ragazza romena, Mariana. Il padre di lei, insegnante di storia e avversario politico, viene rinchiuso in manicomio, la sorella Angela, commessa in un negozio di stato dove la contraffazione è consuetudine, è minacciata e abusata da un militare della Securitade, e rischia di perdere la vita a causa di un aborto clandestino, la stessa Mariana prima lavora alla realizzazione del gigantesco Palazzo del popolo, poi si avvicina a un movimento di rivoluzionari…

    Neve che non dimentica di: Romeo, Manuela  12,00 Bucarest, 2017. Un giornalista italiano, razionale e cinico, racconta gli effetti del regime totalitario degli ultimi anni Ottanta attraverso il ricordo della storia d’amore tormentata con una ragazza romena, Mariana. Il padre di lei, insegnante di storia e avversario politico, viene rinchiuso in manicomio, la sorella Angela, commessa in un negozio di stato dove la […]
  • I paesi di montagna sono angoli di paradiso abitati da poveri diavoli. Attraverso lo sguardo disorientato del maresciallo dei carabinieri Elpidio Consapevoli, l’autore – che ci vive e ne conosce il cuore profondo – li racconta con bonaria amarezza e una scrittura complice intinta nel sorriso.

    Niente di nuovo a Montenotte di: Marenco, Alessandro  12,00 I paesi di montagna sono angoli di paradiso abitati da poveri diavoli. Attraverso lo sguardo disorientato del maresciallo dei carabinieri Elpidio Consapevoli, l’autore, che ci vive e ne conosce il cuore  profondo, li racconta con bonaria amarezza e la scrittura complice intinta nel sorriso. Dico com’è fatta una donna Mandillo scuro legato alla nuca, tenuto […]
  • Parole di terra in rima baciata

    Il libro di un contadino che ha rinunciato al superfluo provando ad accordarsi con l’orologio della natura, orientato alla terra con la bussola del buonsenso verso l’autosufficienza, distante dal consumismo, dalla competizione, dalle luci artificiali, dalle ossessioni cosmetiche e, per quanto può, dal denaro.

    Nella loro semplicità, i versi in rima baciata di Felice sono viatico per una buona vita.

    Non ho tempo per la fretta di: Felice (Rosario Colaci)  12,00 Parole di terra in rima baciata Il libro di un contadino che ha rinunciato al superfluo provando ad accordarsi con l’orologio della natura, orientato alla terra con la bussola del buonsenso verso l’autosufficienza, distante dal consumismo, dalla competizione, dalle luci artificiali, dalle ossessioni cosmetiche e, per quanto può, dal denaro. Nella loro semplicità, i versi […]
  • Una voce che viene dal passato, nel narrare proprio dell’oralità, dialoghi interiori di un’anima che parla un po’ tra sé e un po’ ai suoi intimi: parole che sembrano nascere da un’esperienza medianica, restituite attraverso la voce di molte donne, in altrettanti spazi scenici tra loro  contemporanei, tradotti in soluzione teatrale, di teatro itinerante, e per la prima volta rappresentati tra i recanti di Senarega (alle spalle di Genova, dietro la nuca di Casella) il 23 luglio 2016.

    Non ti scordar di me di: Maria Paola Zitta  5,00 Una voce che viene dal passato, nel narrare proprio dell’oralità, dialoghi interiori di un’anima che parla un po’ tra sé e un po’ ai suoi intimi: parole che sembrano nascere da un’esperienza medianica, restituite attraverso la voce di molte donne, in altrettanti spazi scenici tra loro  contemporanei, tradotti in soluzione teatrale, di teatro itinerante, e […]
  • Istantanee dal centro del mondo

    Buone notizie dal centro del mondo: dal Sahel, dal Maghreb, dai margini della Cina, dal Sudamerica, dal Kurdistan, dalla Palestina, dalla Bosnia, dagli slum che orlano quella periferia in gran parte residenziale che chiamiamo Occidente, e da cento altri luoghi. Buone notizie per ricordarci che la vita vive e che nelle smagliature del benessere appesantito e prigioniero dei muri nei quali si è rinchiuso respira la speranza. 18 brevi racconti


    Cos’è il confine? È una convenzione, una linea immaginaria. È una sovrastruttura che delimita e rassicura al tempo stesso, che contribuisce a costruire la nostra identità e contemporaneamente ci costringe ad assumere la diversità dell’altro, di colui che sta oltre questa linea. Ci sono confini reali, quelli degli stati, e confini astratti, disegnati dalla paura o dal pregiudizio. Queste storie sono brevi sguardi al di là di tanti confini.

    Oltre il Confine di: Delrio, Maena, Sordini, Mara,  12,00 Istantanee dal centro del mondo Buone notizie dal centro del mondo: dal Sahel, dal Maghreb, dai margini della Cina, dal Sudamerica, dal Kurdistan, dalla Palestina, dalla Bosnia, dagli slum che orlano quella periferia in gran parte residenziale che chiamiamo Occidente, e da cento altri luoghi. Buone notizie per ricordarci che la vita vive e che […]
  • La concezione antinomica della verità in Florenskij alla prova delle neuroscienze

    Spesso la razionalità ama presentarsi con un volto arcigno:
    traccia confini netti fra le discipline, fra i diversi campi della cultura e distingue con rigore le modalità di espressione degli uomini. Ma così facendo sacrifica l’intuizione e considera le ambiguità come fossero incrinature da escludere, eppure l’intuizione e le ambiguità sono proprio i luoghi dove arte e scienza possono incontrarsi e dialogare.

    Questa rinuncia viene considerata il prezzo da pagare perché ci possa essere una conoscenza affidabile.

    Florenskij rovescia questa prospettiva e propone un’idea della conoscenza come di un processo dinamico basato su un equilibrio instabile in cui elementi opposti, ma saldamente congiunti fra loro, generano una tensione che produce un movimento continuo e inesauribile. In questo modo il contrasto, le antinomie, le contraddizioni smettono di essere fastidiosi ostacoli e diventano uno strumento fondamentale del pensiero creativo di cui anche la scienza è espressione.

    Si ha così una rivalutazione non solo dell’intuizione, che diventa cruciale per il sapere, ma persino dell’illusione, che assume un ruolo propulsivo, smentendo il luogo comune che l’assimila a una falsa rappresentazione o a un inganno.

    Oltre il muro di pietra di: Tagliagambe, Silvano  12,00 La concezione antinomica della verità in Florenskij alla prova delle neuroscienze Spesso la razionalità ama presentarsi con un volto arcigno: traccia confini netti fra le discipline, fra i diversi campi della cultura e distingue con rigore le modalità di espressione degli uomini. Ma così facendo sacrifica l’intuizione e considera le ambiguità come fossero incrinature da […]
  • Antologia dei racconti vincitori del concorso letterario AG NOIR 2020 tenutosi nell’ambito del Festival AG Noir di Andora

    ONDA NOIR – Errori Giudiziari di:  14,00 I raconti vincitori del Concorso AG Noir 2020: Il pezzo mancante di Alessandro Manzi Il vandalo indelebile di Arianna Pioli La trappola di Carlo Ragonese Criminali di pace di Giovanni Maria Pedrani Nessun segno di frenata di Mariagrazia Roversi Il pendolare di Nicola Gaeta Restare uniti di Paolo Delpino Colpevole di Pietro Furlotti il don […]
  • Antologia dei racconti vincitori del concorso letterario AG NOIR 2021 tenutosi nell’ambito del Festival AG Noir di Andora

    ONDA NOIR 2021 – VENDETTA di:  14,00 Antologia del Concorso Letterario AG NOIR con i racconti vincitori: Io, la giuria | Alberto Garavello Sono venuto solo a tenerti sotto | Andrea D’Amico  Momi | Barbara Ghedini 48 anni | Daniele Marasco Ritorno a Lerici | Fulvia Perillo La Scelta | Massimo Ferrarotti Fato | Pietropaolo Pighini Chi ha sparato a don Memmo? […]
  • Manuale illustrato per innamora(r)ti di cactacee e succulente 65 piante grasse con gli usi comuni e i trucchi per coltivarle bene
    Cos’è che ci spinge a cercare nuove piante grasse sulle bancarelle più remote di paesi sperduti?
    Quale richiamo ci porta verso la millesima pianta desiderando già quella successiva?
    Cos’è che fa nascondere a noi collezionisti l’ultimo acquisto dietro i vecchi vasi? Perché la vetrina del fioraio ha sempre l’impronta del nostro naso bene impressa nell’angolo da cui si intravedono le grasse?
    Nel libro troverai tutte le risposte e anche le buone ragioni per i prossimi acquisti.

    Parliamo di piante grasse di: Milla, Boschi  12,00 Manuale illustrato per innamora(r)ti di cactacee e succulente 65 piante grasse con gli usi comuni e i trucchi per coltivarle bene Cos’è che ci spinge a cercare nuove piante grasse sulle bancarelle più remote di paesi sperduti? Quale richiamo ci porta verso la millesima pianta desiderando già quella successiva? Cos’è che fa nascondere a noi […]
Carrello
0