img-book
ISBN: 9788898187515
Categorie: ,

Come foglie

di: Marenco, Alessandro

Teresa vive nei boschi, del suo lavoro e della sua terra. Sua figlia Anna è attratta dalla fabbrica, dove cercherà una nuova vita, sola con il suo bambino. Il fascismo sale al potere, la guerra incombe. Il destino che è stato loro attribuito non dà scelta e la virtù è tutta nella resistenza alle avversità.

Pag. 202,  12,00

Quantità:
Informazioni su questo libro
Romanzo dedicato a due donne, una madre, Teresa, e sua figlia, Anna. Entrambe nate e vissute sull’appennino ligure, nella zona di Cairo Montenotte. La madre, contadina, legata a un mondo patriarcale, alla cultura rurale della sua terra; la figlia, operaia, scesa in fondo valle dopo la seconda guerra mondiale per lavorare in fabbrica. Conflitto di mondi che faticano a comunicare, passaggio da un antico regime perdurato fino a metà del Novecento e il mondo industriale aperto ai primi tentativi di emancipazione delle donne nel lavoro, dalla famiglia e da un ruolo perennemente subalterno. È il terzo romanzo di Alessandro Marenco, dopo Niente di nuovo a Montenotte e Rosso cadmio. Anche questo ambientato in val Bormida, nell’entroterra savonese; ma, a differenza dei primi due, in questo romanzo la prosa a tratti giocosa e divertita e la sottile ironia lasciano il posto al dramma dello scontro generazionale fra due donne tese, l’una verso l’altra, tra la rabbia e il perdono, ma entrambe allo stesso modo ostinate e, in forme diverse, orientate all’emancipazione. Un lungo capitolo è dedicato al periodo della Resistenza, narrata attraverso il giovane figlio di Anna, passato per caso e per destino nelle file repubblichine.

ISBN: 9788898187515
Editore: Pentàgora
Data di pubblicazione: 2017
Numero pagine: 202

(Savona, 1966)
Scrittore. Ha lavorato nell’industria chimica. Ha scritto romanzi e brevi saggi di storia locale, con un interesse particolare per la storia dell’alimentazione, la storia della scuola, la storia dell’agricoltura. Ha collaborato con l’Archivio Ligure per la Scrittura Popolare presso l’Università di Genova. Coltiva un piccolo orto, alleva alcune galline.

“Come foglie”

Non ci sono ancora recensioni.