img-book
ISBN: 9788898187
COD: 011 Categorie: ,

L’ultimo ceppo

di: Woergl, Otto

Storie di Gorgusello fra contadini di montagna

Dalla Lessinia, regione delle Prealpi veronesi, terra di gente di montagna, arrivano otto racconti che, se ne penetri il cuore, non ti sarà facile dimenticare. I protagonisti sono persone semplici, di paese, e così credibili da fare pensare a fatti di cronaca. I racconti di Otto Wörgl, scritti nel ritmo della prosa lunga (un po’ finto erudita, un po’ finto ingenua, sempre sorridente) si rivelano come piccoli saggi di antropologia della mentalità contadina, dove trovano forma e voce modi di vedere il mondo e ragionamenti che l’autore (che tra la gente di montagna ci vive) conosce bene e bene sa raccontare.

Pag. 240,  12,00

Quantità:
Informazioni su questo libro

Storie di Gorgusello fra contadini di montagna

Dalla Lessinia, regione delle Prealpi veronesi, terra di gente di montagna, arrivano otto racconti che, se ne penetri il cuore, non ti sarà facile dimenticare. I protagonisti sono persone semplici, di paese, e così credibili da fare pensare a fatti di cronaca. È narrativa vivace e piacevole, ma, a un livello più profondo, i racconti di Otto Wörgl, scritti nel ritmo della prosa lunga (un po’ finto erudita, un po’ finto ingenua, sempre sorridente) si rivelano come piccoli saggi di antropologia della mentalità contadina, dove trovano forma e voce modi di vedere il mondo e ragionamenti che l’Autore (che tra la gente di montagna ci vive) conosce bene e bene sa raccontare.

ISBN: 9788898187
SKU: 011
Editore: Pentàgora
Data di pubblicazione: 2014, gennaio
Numero pagine: 240

Autore: Woergl, Otto
Nasce editorialmente in Italia come autore di gialli sull’ultima pagina sul settimanale femminile ‘Donna Moderna’. Trascorre parte del suo tempo con la testa immersa nella schiuma di un boccale di birra, seduto in piazza Marienplatz a Ravensburg in alta Svevia. Questa distanza gli permette di osservare con un certo distacco l’Italia e i suoi costumi, ai quali per oltre un trentennio dedica numerosi pezzi giornalistici. Da diversi anni cura Il Compascuo, giornale-diario di un’associazione fra contadini della montagna veronese.