• di Giancarlo Pinto con contributi di Ilenio Celoria ,Caterina Ascheri, Claudia Oliva, Francesca Parodi, Matilde Pisani.
    In questo secondo volume si affronta il tema dei “racconti fotografici”. Quando parliamo di “racconto”, viene subito da pensare a un libro scritto, ma un racconto può anche essere per immagini. Se vogliamo davvero coinvolgere “il lettore” e gli vogliamo comunicare un’esperienza che noi abbiamo provato, possiamo farlo con più foto, perché la scelta del numero di foto, il formato e l’ordine di lettura dipendono solo dal fotografo e dalla storia che vuol raccontare. Possiamo rendere più incisiva la nostra narrazione esprimendoci attraverso i formati: rettangolari, orizzontali, verticali, quadrati o rotondi, ma ognuno deve essere attinente a quel particolare racconto. Premesso ciò che è stato illustrato nel volume precedente e sperando che questo nuovo “linguaggio molto visivo e poco scritto” sia stato compreso e interiorizzato dall’attento lettore, in questo secondo libro si vogliono presentare degli esempi di dittico, trittico e portfolio.


    “Abecedario della Fotografia” volume 2 di: Pinto, Giancarlo  10,00 di Giancarlo Pinto con contributi di Ilenio Celoria ,Caterina Ascheri, Claudia Oliva, Francesca Parodi, Matilde Pisani. In questo secondo volume si affronta il tema dei “racconti fotografici”. Quando parliamo di “racconto”, viene subito da pensare a un libro scritto, ma un racconto può anche essere per immagini. Se vogliamo davvero coinvolgere “il lettore” e gli […]
  • Chi raggiunge Savona dal mare di levante si imbatte in un cartello stradale particolare. Sta lì, a pochi metri dalla galleria che apre alla città e che per molti significa ritorno a casa. Al chilometraggio numerico consueto “Savona 2”, una mano ironica e brillante ha aggiunto una nota di colore: Genoa 0.

    A 110 anni dalla nascita del club biancoblù, questo campanilismo da gradinata può forse far sorridere. Tuttavia, c’è chi il Genoa al Bacigalupo se lo ricorda bene, così come la Juventus o il Como, avversario proprio nel match della promozione in serie B.

    Con questo libro, Angelini e Astengo accompagnano i più giovani e gli appassionati in un avventuroso viaggio nella memoria calcistica della città della Torretta.

    Senza rimpianti e con il consueto acume, la ricostruzione sociologica prima che sportiva si arricchisce – rispetto al volume edito nel 2007 in occasione del centenario – di nuove prospettive localistiche.

    Nuove ricostruzioni, biografie, formazioni e tabellini affrontano i retroscena inediti dei campionati giovanili e del calcio dilettante, retroterra fondamentali per comprendere i tempi e i personaggi del nostro passato.

    Di storie del calcio ne sono state scritte molte. Solo alcune, tuttavia, sono anche il racconto di una comunità.

    Francesca Astengo


    110 anni racconti biancoblu di: Angelini, Luciano, Astengo, Franco,  16,00 Chi raggiunge Savona dal mare di levante si imbatte in un cartello stradale particolare. Sta lì, a pochi metri dalla galleria che apre alla città e che per molti significa ritorno a casa. Al chilometraggio numerico consueto “Savona 2”, una mano ironica e brillante ha aggiunto una nota di colore: Genoa 0. A 110 anni […]
  • Lo scopo del libro è di un “eserciziario interattivo” dove il lettore apprende, solo dalle immagini e solo se vuole, dalle parole, le regole di base per scattare una buona fotografia aiutato da schemi ed icone, ma se desidera verificare se è quella giusta, in fondo al libro c’è la spiegazione delle foto mostrate. È un libro diverso da tutti, che vuole essere partecipato, che ambisce a coinvolgere il lettore che deve mettersi in gioco provare ad eseguire lui stesso le foto presenti nel libro ed acquisire una propria valutazione critica delle immagini prodotte. Il formato del libro, tascabile, ha lo scopo di portarlo appresso, consultarlo e sperimentare sul campo le regole, cimentandosi nei vari argomenti proposti.


    Abecedario Fotografico di: Pinto, Giancarlo  10,00 Lo scopo del libro è di un “eserciziario interattivo” dove il lettore apprende, solo dalle immagini e solo se vuole, dalle parole, le regole di base per scattare una buona fotografia aiutato da schemi ed icone, ma se desidera verificare se è quella giusta, in fondo al libro c’è la spiegazione delle foto mostrate. È un libro […]
  • Nuove prospettive per allevare le nostre api

    In questi anni le api stanno subendo perdite devastanti e gli apiari si riducono drasticamente, in alcune località rischiano la scomparsa. Cosa c’è dietro questa distruzione? E quanto pesa per tutta l’agricoltura, per la quale gli insetti impollinatori come le api sono un anello fondamentale, insostituibile? Per le sue implicazioni, infatti, l’apicoltura è vera agricoltura anche se può essere esercitata da chi è senza terra. Intanto, in una battaglia combattuta a colpi di informazione e disinformazione, nell’opinione pubblica – soprattutto tra gli agricoltori – sta crescendo la sensibilità e la consapevolezza verso un problema che rischia di avere ripercussioni epocali. Ma nello stesso tempo si affacciano nuove soluzioni, nuove prospettive che – viaggiando dalle pianure romene al Kosovo del dopoguerra, dai siti remoti in Slovenia e Svezia al cuore urbano di Parigi e Londra – l’autrice esplora per capire meglio cosa si può fare in questo momento cruciale per l’apicoltura e, più in generale, per l’intera comunità dei viventi.


    Agricoltura per senza terra di: Waring, Sarah  12,00 Nuove prospettive per allevare le nostre api In questi anni le api stanno subendo perdite devastanti e gli apiari si riducono drasticamente, in alcune località rischiano la scomparsa. Cosa c’è dietro questa distruzione? E quanto pesa per tutta l’agricoltura, per la quale gli insetti impollinatori come le api sono un anello fondamentale, insostituibile? Per le […]
  • Lo stesso giornoforse. I polpastrelli delle dita gelati. Piedi e mani si congiungevano in un unico circolo ghiacciato. Teneva gli occhi chiusi e sentiva odore di cannella. Forse era seduta o forse stava sdraiata. Foglie verdi fuori da lei. Le palpebre erano abbassate e le foglie verdi.

    La fragilità ha una sua bellezza, come la poesia. Non è importante capirla, basta amarla. Il rischio è inevitabile. Ali di pietraracconta una storia al confine tra normalità e follia; sullo sfondo una Milano patinata di inizi millennio, l’altromondo dei clochard e degli psichiatrici nel ‘dopo Basaglia’ e Le città invisibili di Calvino.


    Ali di pietra di: Torretto, Barbara  15,00 LE DERIVE DELLA FOLLIA, DEL BENESSERE E DELLA POESIA INTRECCIATE IN UN ROMANZO A TRE VOCI Visto da vicino nessuno è normale. (Franco Basaglia) Lo stesso giorno…forse. I polpastrelli delle dita gelati. Piedi e mani si congiungevano in un unico circolo ghiacciato. Teneva gli occhi chiusi e sentiva odore di cannella. Forse era seduta o forse […]
  • lunario dei lavori di orto, bosco e campagna
    popolare e sapienziale, meteognostico e cordiale

    Il tradizionale almanacco-lunario tascabile dei contadini e della gente di paese (ma anche di città) con le fasi della luna e le eclissi, l’epatta, il numero d’oro, il calendario perpetuo, le calende, i giorni orari e antiorari, i solstizi e gli equinozi, i mercanti della neve, i nodi del freddo, del cuculo e di san marco, le rogazioni, le tempora, le quarantore, i giorni per seminare, viaggiare, sposare, far le conserve, e i giorni di càmola (buoni per fare nulla), la candelora, le notti magiche, la cabala dei sogni, i proverbi, i santi di ghiaccio e i sette santi cavalieri, i giorni e le lune più adatte per le colture, per tagliare la legna, per travasare il vino… e mille altre notizie raccolte in una piccola enciclopedia del mondo rurale.


    lunario dei lavori di orto, bosco e campagna, popolare e sapienziale, meteognostico e cordiale compilato ogni anno secondo un modello che esiste da sempre, un tempo assai diffuso in tutta Italia, oggi rinato a nuova vita
    stampato nell’autunno 2018 per l’anno a venire


    Almanacco rurale di: Angelini, Massimo  5,00 lunario dei lavori di orto, bosco e campagna popolare e sapienziale, meteognostico e cordiale Il tradizionale almanacco-lunario tascabile dei contadini e della gente di paese (ma anche di città) con le fasi della luna e le eclissi, l’epatta, il numero d’oro, il calendario perpetuo, le calende, i giorni orari e antiorari, i solstizi e gli […]
  • La Grande Carestia in Irlanda (1845-1851)

    An gorta mór (‘La grande carestia’, in irlandese) racconta la tragedia, ancora poco nota in Italia, dei contadini irlandesi – si dice, un milione – morti per fame e malattia tra il 1845 e il 1851, dopo che il raccolto di patate, la loro principale fonte di nutrimento, andò distrutto in tutta l’isola in seguito all’arrivo e alla diffusione della peronospora.


    An gorta mór di: Maestri, Luca  10,00 La Grande Carestia in Irlanda (1845-1851) An gorta mór (‘La grande carestia’, in irlandese) racconta la tragedia, ancora poco nota in Italia, dei contadini irlandesi morti per fame e malattia tra il 1845 e il 1851, dopo che il raccolto di patate, la loro principale fonte di nutrimento, andò distrutto in tutta l’isola in seguito […]
  • Claudio Tolemeo, o Tolomeo, astronomo di lingua greca del II secolo, illustra in questo trattato le fasi vere e apparenti delle stelle fisse e si serve della levata e del tramonto eliaco di trenta di esse per stilare un calendario astro-meteorologico: consultandolo, è possibile sapere, giorno dopo giorno, come il tempo cambierà a cinque diverse latitudini. Viene qui presentata la prima traduzione completa in italiano del testo, arricchita da un ampio commento filologico, storico, astronomico e astrologico.
    Introduzione, traduzione e commento di Lucia Bellizia.
    Prefazione di Paolo Aldo Rossi.

    Apparizioni delle stelle inerranti di: Tolemeo, Claudio  16,00 Claudio Tolemeo, o Tolomeo, astronomo di lingua greca del II secolo, illustra in questo trattato le fasi vere e apparenti delle stelle fisse e si serve della levata e del tramonto eliaco di trenta di esse per stilare un calendario astro-meteorologico: consultandolo, è possibile sapere, giorno dopo giorno, come il tempo cambierà a cinque diverse […]
  • Qual è il legame che può unire grande storia, capolavori dell’arte, vini millesimati, cinema d’autore, movimenti culturali e artistici del Novecento? In questo libro è certamente la passione di chi rifugge dai recinti delle discipline per muoversi libero da un campo del sapere all’altro, guidato dalla curiosità a tutto campo, dall’istinto verso le cose belle, dal piacere di condividere informazioni, scoperte, associazioni di idee non consuete e a volte persino… temerarie.
    Arte da gustare, vino da contemplare.


    Arte & Vino. Associazioni temerarie di un appassionato di: Reale, Alessandro  14,00 Qual è il legame che può unire grande storia, capolavori dell’arte, vini millesimati, cinema d’autore, movimenti culturali e artistici del Novecento? In questo libro è certamente la passione di chi rifugge dai recinti delle discipline per muoversi libero da un campo del sapere all’altro, guidato dalla curiosità a tutto campo, dall’istinto verso le cose belle, […]
  • Arte e Perturbante di: Conti, Viana  25,00 Libro Catalogo realizzato in occasione della mostra al Museo Civico di Ascona Ca’ Serodine curata da Viana Conti e Mara Folini. Il volume documenta il percorso espositivo all’interno dello spazio mussale degli artisti partecipanti, Giuliano Galletta, Mauro Ghiglione, Jane Mc Adam Freud, Chantal Michel, Mariateresa Sartori.
  • Con 101 ricette vegetariane

    Le spezie colorano la cucina; la fanno più ricca, varia e gustosa; rendono la vita più fragrante.
    32 spezie (le più importanti e quelle meno conosciute), 11 miscele, 101 ricette: questi i numeri dell’atlante, nel quale di ciascuna spezia è dichiarata la provenienza, tracciata la storia, segnalate le modalità di uso in cucina e, talvolta, anche nella farmacopea popolare.
    Nel corso di un’esperienza pluridecennale con le spezie, l’Autrice ha selezionato 101 ricette, tutte personalmente cucinate e degustate.


    Atlante delle spezie di: Annetta, Daniela  10,00 Con 101 ricette vegetariane Le spezie colorano la cucina; la fanno più ricca, varia e gustosa; rendono la vita più fragrante. 32 spezie (le principali e quelle meno conosciute), 11 miscele, 101 ricette: questi i numeri dell’atlante, nel quale di ciascuna spezia è dichiarata la provenienza, tracciata la storia, segnalate le modalità  i uso in cucina e, talvolta, anche nella farmacopea popolare. Tutte […]
  • 54 tavole di arte devozionale, dedicate a motivi evangelici ben noti a tutti, rilette con ironia bonaria, popolare, profondamente ligure, mai volgare, forse un po’ disincantata, ma irresistibile.


    Bèllo Segnù – Il breviario di:  8,00 Intuizioni geniali, freddure fulminanti e un pizzico di iconoclastia: ecco gli ingredienti di un modo ironico di rileggere l’arte devozionale, mostrando – quasi come fosse la prima volta – un patrimonio d’arte ben noto nei contenuti narrativi, attraverso la sorprendente traduzione di sguardi e gesti pittorici in espressioni colloquiali comuni e proprie del frasario ligure. Qui l’ironia non è rivolta alle cose […]
  • Opera vincitrice del premio Internazionale Letterario ‘Salviamo la Montagna’ – IV ed., 2015 – con l’estratto inedito Passa la mano.

    Saga di donne e povera gente tra le Alpi e il Cielo

    Saga di donne, di povera gente, ambientata in un valle alpina, nella quale chi abbia vissuto sui monti facilmente potrà riconoscere un po’ della propria terra e il suo volto duro, scolpito sulla macina della vita con ostinazione e fatica.

    Alcune storie narrate in questo libro sono germogliate dalle testimonianze raccolte, alcune dalla fantasia; ma tutti gli episodi e i dialoghi nascono da una commossa simpatia per le donne, in particolare le capraie, che ho conosciuto e hanno voluto condividere pensieri e ricordi della loro vita tra le montagne.


    Chiara cantante e altre capraie di: Femminis, Doris  12,00 Opera vincitrice del premio Internazionale Letterario ‘Salviamo la Montagna’ – IV ed., 2015 – con l’estratto inedito Passa la mano. Saga di donne e povera gente tra le Alpi e il Cielo Saga di donne, di gente semplice, ambientata in un valle alpina, nella quale chi abbia vissuto sui monti facilmente potrà riconoscere un po’ della propria terra e […]
  • Contro la Rivoluzione Verde, tra i contadini:
    due vite, una sola scelta di campo (in tutti i sensi)

    Quarant’anni di ricerca dedicati alla genetica delle popolazioni di cereali, orientata da una scelta di campo precisa: la ricerca in agricoltura deve servire innanzitutto ai contadini, a fare crescere i loro raccolti e nello stesso tempo, e inscindibilmente, a dare valore alle conoscenze e ad aumentare la loro autonomia. Quarant’anni di opposizione dura e argomentata, sul piano scientifico prima che politico, alla Rivoluzione Verde, al neocolonialismo delle multinazionali del seme (qualche volta anche con la connivenza dei centri internazionali di ricerca) e al loro tentativo – fin troppo ben riuscito – di erodere e ridurre la biodiversità al proprio servizio, cancellando secoli di selezione locale e patrimoni di varietà selezionate e tramandate nel tempo delle generazioni.


    Ci vediamo stasera a Damasco di: Ceccarelli, Salvatore  12,00 Contro la Rivoluzione Verde, tra i contadini: due vite, una sola scelta di campo (in tutti i sensi) Quarant’anni di ricerca dedicati alla genetica delle popolazioni di cereali, orientata da una scelta di campo precisa: la ricerca in agricoltura deve servire innanzitutto ai contadini, a fare crescere i loro raccolti e nello stesso tempo, e […]
  • Teresa vive nei boschi, del suo lavoro e della sua terra. Sua figlia Anna è attratta dalla fabbrica, dove cercherà una nuova vita, sola con il suo bambino. Il fascismo sale al potere, la guerra incombe. Il destino che è stato loro attribuito non dà scelta e la virtù è tutta nella resistenza alle avversità.


    Come foglie di: Marenco, Alessandro  12,00 Romanzo dedicato a due donne, una madre, Teresa, e sua figlia, Anna. Entrambe nate e vissute sull’appennino ligure, nella zona di Cairo Montenotte. La madre, contadina, legata a un mondo patriarcale, alla cultura rurale della sua terra; la figlia, operaia, scesa in fondo valle dopo la seconda guerra mondiale per lavorare in fabbrica. Conflitto di […]
  • Dal buio della violenza domestica nel racconto di una donna

    La brutalità senza tempo della violenza domestica, in un romanzo crudo e tagliente come la lingua della sua protagonista: una donna sarda, giunta nel Continente e segregata in un girone coniugale dal quale potrà sperare di affrancarsi solo attraverso l’accesso al lavoro in fabbrica.

    La protagonista oscilla tra mondi antitetici, come il paese dove è nata e quello dove ora vive, la casa claustrofobica e la fabbrica densa di relazioni sociali, la brutalità di un matrimonio riparatore, forzato e la leggerezza dell’amicizia.


    Con le mani nel cotone di: Campus, Giada  12,00 Franzisca ha trentacinque anni, è sposata con Gavino, un marito violento e crudele con il quale vive una vita disperata fatta di privazioni e solitudine. Siamo nel 1970. Da un anno, la coppia, giunta dalla Sardegna, abita a Isorelle, paese dell’entroterra genovese costruito intorno al cotonificio Deferrari – per tutti la filanda – a contatto […]
  • Conoscere le api di: Iori, Maurizio  10,00 Conoscere le api Per una gestione naturale La mancanza di centralità in un superorganismo, come viene definita una famiglia di api, la presenza dell’equilibrio precario in natura causato da azioni devastanti sull’ambiente, richiedono l’impegno dell’uomo per recuperare e gestire questa situazione. Conoscendo come vivono le api, quali sono le loro limitazioni, con pochi e mirati […]
  • Il declino dell’agricoltura familiare raccontato da John Steinbeck e Dorothea

    Nel corso degli anni Trenta, milioni di contadini, a ovest come a est, sono costretti a lasciare per sempre la propria terra per andare incontro a un destino di sofferenza e miseria negli Stati Uniti, di dolore e morte in Unione Sovietica. Una clamorosa inchiesta giornalistica di John Steinbeck e il crudo realismo delle immagini di Dorothea Lange ci accompagnano in un viaggio lungo le grandi arterie stradali americane, dove i contadini, trasformati in migranti, sciamano in direzione della California, carichi di speranze che ben presto si riveleranno illusorie…


    Contadini sulla strada di: Bottari, Fabrizio  12,00 Il declino dell’agricoltura familiare raccontato da John Steinbeck e Dorothea Su quali basi poggia la moderna agricoltura industriale? Proviamo a spiegarlo con l’aiuto di John Steinbeck, di cui pubblichiamo una serie di articoli inediti scritti tra il 1936 e il 1938 per due quotidiani americani, nei quali si denuncia la drammatica situazione di migliaia di […]
  • Il libro riportante testi critici e documentazione fotografica è il risultato di un progetto espositivo a cui l’artista Dario Ghibaudo ha partecipato presso la Galleria Civica di Palazzo Tagliaferro in Andora.
    Il progetto de Il Museo di Storia Innaturale è aperto, in costante evoluzione, nato all’inizio del 1990 e comprende oggi venti sale organizzate secondo uno stile illuministico, empirico; ogni sala accoglie opere scultore, grafiche, installazioni e video creati in serie durante questi anni di attività, ragionando progressivamente su un tema centrale portante: la mutazione. La storia innaturale tratta di anomalie, miscellanee, errori, artifici e viene proposta attraverso l’organizzazione formale di un museo tradizionale. Prevede un percorso che si sviluppa tenendo conto delle varie branche di studio della filosofia naturale, antropologia, botanica, entomologia, esemplari rari, etnologia, etnografia sono gli ambiti disciplinari a cui di volta in volta è dedicata una sala.


    Dario Ghibaudo – Museo di Storia Innaturale di: Conti, Viana  22,00 Il libro riportante testi critici e documentazione fotografica è il risultato di un progetto espositivo a cui l’artista Dario Ghibaudo ha partecipato presso la Galleria Civica di Palazzo Tagliaferro in Andora. Il progetto de Il Museo di Storia Innaturale è aperto, in costante evoluzione, nato all’inizio del 1990 e comprende oggi venti sale organizzate secondo […]
  • Manuale per riprodurre facilmente i propri semi

    illustrazioni di Ilaria Genna
    Manuale, pratico e di facile lettura, specificamente rivolto a chi si voglia dedicare a coltivare le proprie varietà attraverso l’autoproduzione delle sementi. Insieme con Alice Pasin, conservatrice di ortive locali e insegnante di tecniche di riproduzione, che ne ha curato l’impianto generale, hanno collaborato coltivatori ed esperti, che da anni collaborano con la Rete Semi Rurali, disponibili a condividere i loro saperi pratici e le loro conoscenze.


    Di seme in meglio di: Rete Semi Rurali  12,00 Manuale per riprodurre facilmente i propri semi illustrazioni di Ilaria Genna Manuale, pratico e di facile lettura, specificamente rivolto a chi si voglia dedicare a coltivare le proprie varietà attraverso l’autoproduzione delle sementi. Insieme con Alice Pasin, conservatrice di ortive locali e insegnante di tecniche di riproduzione, che ne ha curato l’impianto generale, hanno collaborato […]
  • Storie di vita e appunti di agricoltura e giardinaggio

    Una vita straordinaria, quella del ‘giardiniere di Calvino’, raccontata in prima persona con penna leggera, libera e appassionata, e accompagnata dai taccuini dedicati agli studi sugli alberi, al mimetismo in natura, alla teoria degli innesti all’agricoltura biologica.


    Diario di un giardiniere anarchico di: Guglielmi, Libereso  12,00 Storie di vita e appunti di agricoltura e giardinaggio Una vita straordinaria, quella del ‘giardiniere di Calvino’, raccontata in prima persona con penna leggera, libera e appassionata, e accompagnata dai taccuini dedicati agli studi sugli alberi, al mimetismo in natura, alla teoria degli innesti all’agricoltura biologica.
  • Descolarizzare ancora la società

    In che modo la scuola ha formato e condizionato il nostro modo di essere e il mondo in cui viviamo? Quanto, nel bene e nel male, ha pesato nella vita di ciascuno di noi? Cosa ci ha dato? Cosa ci ha tolto? Riusciamo ancora a pensare un’educazione distinta dalla scuola o che, addirittura, ne possa fare a meno?

    Cinquant’anni dopo le riflessioni di Ivan Illich sulla descolarizzazione, Discola continua a pensarla possibile.

    Questo libro è dedicato a tutte le bambine e i bambini, ed è direttamente rivolto alle educatrici, alle insegnanti, ma soprattutto ai genitori e a chiunque voglia riflettere sul senso della scuola.


    Discola di: Bonavita, Bianca  12,00 Descolarizzare ancora la società In che modo la scuola ha formato e condizionato il nostro modo di essere e il mondo in cui viviamo? Quanto, nel bene e nel male, ha pesato nella vita di ciascuno di noi? Cosa ci ha dato? Cosa ci ha tolto? Riusciamo ancora a pensare un’educazione distinta dalla scuola o […]
  • Malocchio e guaritori tradizionali

    Tra tutte le superstizioni il malocchio, nelle sue diverse sfaccettature dal fascino alla iettatura, è la credenza tuttora più radicata, forse perché ispirata da un sentimento inconsciamente presente in ogni uomo: l’invidia. Come riconoscere lo iettatore, come si trasmette il malocchio, quali sono i soggetti più colpiti, come ci si protegge? Il libro esplora questo lato oscuro della mente umana, alimentato dalla cultura del sospetto, dà voce a chi ha vissuto questa angoscia, spiega il ricorso a talismani, amuleti, brevi, oggetti e gesti di scaramanzia.


    Domanda al vento che passa di: Giardelli, Paolo  14,00 Malocchio e guaritori tradizionali L’occhio secco, il capro espiatorio, il malocchio esiste, il principe iettatore, il paese che non si dice, case e oggetti maledetti, l’identikit dello iettatore, ilifascino, come riconoscere lo iettatore e da chi guardarsi, l’invidia, Dio ti benedica, il corallo, il potere dello sguardo e la cultura del sospetto, come si trasmette […]